mercoledì 1 febbraio 2023

Vaticano
Papa Francesco in Africa. 1° febbraio. Visita nella Repubblica Democratica del Congo. Programma


(a cura Redazione "Il sismografo")
Mercoledì, 1° febbraio 2023

KINSHASA
(nessuna differenza di fuso orario tra Roma e Kinshasa)
9:30    
Santa Messa presso l'Aeroporto "Ndolo" - Omelia
16:30    
Incontro con le vittime dell'est del paese presso la Nunziatura Apostolica - Discorso
18:30    
Incontro con i rappresentanti di alcune opere caritative presso la Nunziatura Apostolica - Discorso
MERCOLEDI 1° FEBBRAIO 2023

martedì 31 gennaio 2023

Congo (Rep. Dem.)
‘Hands off Africa!’: Pope blasts foreign plundering of Congo

()
Pope Francis demanded Tuesday that foreign powers stop plundering Africa’s natural resources for the “poison of their own greed” as he arrived in Congo to a raucous welcome by Congolese grateful he was focusing the world’s attention on their forgotten plight. Tens of thousands of people lined the main road into the capital, Kinshasa, to welcome Francis after he landed at the airport, some standing three or four deep, with children in school uniforms taking the front row. “The pope is 86 years old but he came anyway.  (...)

Ucraina
Videomessaggio di Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, Capo e Padre della Chiesa greco-cattolica ucraina nel 342mo giorno di guerra in Ucraina

• E noi, insieme, continuiamo a camminare sulla strada, sul percorso verso l'unità dei cristiani. Preghiamo per questa unità, ci stiamo lavorando, ma dobbiamo ricordare che nella Chiesa di Kyiv questo movimento per l'unità ha già una sua storia che risale a molti secoli fa.
• Che l'eredità dei nostri grandi predecessori ci aiuti oggi a trovare vie di comprensione, di unione tra i cristiani, in particolare nella nostra patria, nella nostra casa ucraina.
31 gennaio 2023
Video
Cristo è nato!
Cari fratelli e sorelle in Cristo, oggi è martedì 31 gennaio 2023, e in Ucraina è già il 342esimo giorno della grande guerra su larga scala.

Africa
Papa reza pelos migrantes que morrem na travessia do Saara

(ecclesia) O Papa rezou hoje pelos migrantes que morrem na travessia do Saara, falando aos jornalistas que o acompanham na sua quinta viagem a África, com passagens pela RD Congo e o Sudão do Sul. “Agora estamos a atravessar o Saara. Façamos uma pequena reflexão, em silêncio, uma oração por todas as pessoas que, procurando um pouco de bem-estar, um pouco de liberdade, atravessaram o deserto e não conseguiram”, disse, no voo entre Roma e Kinshasa, primeira etapa da visita de seis dias. Francisco evocou as pessoas “sofredoras que chegam ao Mediterrâneo e, depois de cruzarem o deserto, são levadas para campos de concentração e lá sofrem”. (...)

Congo (Rep. Dem.)
Pope Francis Lands in Congo, Where All His Priorities Converge

(Jason Horowitz, Ruth Maclean - The New York Times)
The Central African country is wracked by war, poverty and environmental plunder — and it may be the future of the Catholic Church. -- In his 10 years leading the Roman Catholic Church, Pope Francis has called attention to the plight of refugees and the poor and to the plunder of the earth’s natural riches. He has traveled to the peripheries of the church to touch the wounds of its afflicted and most forgotten. And he has welcomed young Catholics, especially in the booming global south, to a more inclusive church.

Uruguay
Il 6 maggio la Beatificazione del primo Vescovo di Montevideo, nato su una barca di emigranti

(Agenzia Fides)
Sarà l'Arcivescovo di Brasilia, il Cardinale Paulo Cezar Costa, a presiedere il rito di Beatificazione, come Legato Pontificio, rappresentante del Santo Padre Francesco, di Monsignor Jacinto Vera, primo Vescovo di Montevideo. Secondo la richiesta dei Vescovi, la celebrazione si svolgerà il prossimo 6 maggio, giorno della nascita al cielo di Mons. Vera, avvenuta nell’anno 1881, a Pan de Azúcar, nel pieno della sua missione apostolica. La Conferenza episcopale dell'Uruguay annunciando la data della beatificazione, evento che “ci riempie di gioia”, (...)

Bahrain
Neo vicario: la ‘sfida’ dell’unità e l’Arabia Saudita che cambia

(Dario Salvi, AsiaNews) Ad AsiaNews p. Aldo Berardi, nominato il 28 gennaio vicario del Nord, confessa la “sorpresa” per la scelta, unita alla “consapevolezza” di operare in un territorio che conosce. Gli anni di missione in Bahrein e le visite nella regione. Il rispetto di riti, culture e tradizioni cristiane. Il recente viaggio apostolico di papa Francesco è stata un'occasione “storica” per riunire i fedeli di tutto il vicariato. (...)

Congo (Rep. Dem.)
Le pape dénonce le colonialisme économique qui se déchaîne en Afrique

(AFP - La Presse)
Le pape François a dénoncé avec force mardi à Kinshasa le « colonialisme économique » qui « se déchaîne » en Afrique et en République démocratique du Congo (RDC), au premier jour de sa visite dans le pays. -- « Après le colonialisme politique, un “colonialisme économique” tout aussi asservissant s’est déchaîné. Ce pays, largement pillé, ne parvient donc pas à profiter suffisamment de ses immenses ressources », a-t-il déploré, sous les applaudissements, lors d’un discours très politique devant les autorités et le corps diplomatique. (...)

Australia
Police ask court to ban protest at Cardinal's Sydney funeral

(Rod McGuirck, Independent) Australian police plan to ask a judge to ban gay rights protesters from demonstrating outside the funeral of Cardinal George Pell in Sydney due to public safety concerns -- Australian police plan to ask a judge to ban gay rights protesters from demonstrating outside the funeral of Cardinal George Pell in Sydney on Thursday due to public safety concerns. Pell, who was once considered the third-highest ranking cleric in the Vatican and spent more than a year in prison before his child abuse convictions were squashed in 2020, died in Rome this month at age 81. (...)

Vaticano
Pope decries conflicts and economic colonialism in DR Congo

(Lisa Zengarini - Vatican News)
Meeting with civil authorities on the first day of his Apostolic Journey to the Democratic Republic of Congo, Pope Francis addresses the most pressing issues affecting the African nation, including ongoing conflict and economic colonialism, and urges the Congolese people to reject violence. In his first speech upon his arrival to the Democratic Republic of Congo, on Tuesday, Pope Francis decried the conflicts that continue to ravage the country, and the reckless exploitation of its immense natural resources by foreign forces. Meeting with government authorities, civil society, and the diplomatic corps in the garden of the “Palais de la Nation” (...)
(es) El Papa: África no es una mina que explotar ni una tierra que saquear

Vaticano
Martedì 31 gennaio: la giornata del Papa

*** Rinunce e Nomine
Sala stampa della Santa Sede
PAPA FRANCESCO IN AFRICA
*** Viaggio Apostolico di  Francesco nella Repubblica Democratica del Congo e in Sud Sudan (Pellegrinaggio Ecumenico di Pace in Sud Sudan) (31 gennaio - 5 febbraio 2023) 
- La partenza da Roma e il Telegramma al Presidente della Repubblica Italiana
Sala stampa della Santa Sede
*** Parole del Papa nel volo Roma - Kinshasa
Sala stampa della Santa Sede
*** Messaggio del Presidente Mattarella a Papa Francesco in occasione del Viaggio Apostolico in Congo e Sud Sudan
*** Visita di cortesia al Presidente della Repubblica Félix Antoine Tshisekedi Tshilombo. Dono del Santo Padre
Sala stampa della Santa Sede
*** Papa Francesco a Kinshasa: "Giù le mani dalla Repubblica Democratica del Congo, giù le mani dall’Africa! Basta soffocare l’Africa: non è una miniera da sfruttare o un suolo da saccheggiare. L’Africa sia protagonista del suo destino!"

Germania
Georg Bätzing: “Me gusta ser católico, y seguiré siéndolo”

(Alfonso Riobó - Omnes) La revista Omnes publica el 1 de febrero un completo dossier sobre la situación de la Iglesia en Alemania. Contiene análisis y entrevistas con los principales protagonistas en Alemania y en Roma, entre ellos el cardenal Marc Ouellet, Prefecto del Dicasterio para los Obispos hasta ayer; el presidente de los obispos alemanes Georg Bätzing (obispo de Limburg); el obispo Rudolf Voderholzer, de Ratisbona; la presidenta del Comité Central de Católicos Alemanes, Irme Stetter-Karp, la filósofa Hanna-Barbara Gerl-Falkovitz; los periodistas José M. García Pelegrín, Alexander Kissler y Peter Hahne, etc. El título del dossier es: “El dilema de la Iglesia en Alemania”. En la entrevista al presidente de la Conferencia Episcopal Alemana, Mons. Georg Bätzing (...)

ONU
Archbishop Caccia Addresses Peacebuilding Commission about South Sudan

(holyseemission.org)
On 31 January 2023, Archbishop Gabriele Caccia, Permanent Observer of the Holy See to the United Nations, delivered a statement to the Peacebuilding Commission during an Ambassadorial-level meeting on  South Sudan.
In his remarks, Archbishop Caccia addressed the upcoming visit of Pope Francis to South Sudan from the 3rd to the 5th of February, during which the Holy Father will meet with the President and Vice Presidents in Juba, civil society and internally displaced persons, and participate in ecumenical prayer at the John Garang Mausoleum. The case of South Sudan, Archbishop Caccia said, shows that Christianity is a force for peace, a force which is amplified when Christians act ecumenically.

Congo (Rep. Dem.)
África: «Tirem as mãos da República Democrática do Congo!», diz Francisco, em denúncia de «genocídio esquecido». Papa condena guerras e «colonialismo económico», que atingem milhões de pessoas

(ecclesia)
O Papa alertou hoje na capital da República Democrática do Congo (RDC) para a guerra e a exploração que atingem o continente africano, condenando o que designou como “genocídio esquecido” neste país, atingido pela violência. “Não podemos habituar-nos ao sangue que, há décadas, corre neste país, ceifando milhões de vidas, sem que muitos o saibam. Que seja conhecido tudo o que acontece aqui”, disse Francisco, no Palácio da Nação, em Kinshasa, no discurso inaugural da sua visita de quatro dias à RDC, iniciada esta tarde. A intervenção, saudada por várias salvas de palmas dos presentes, considerou “trágica” a persistência (...)

Congo (Rep. Dem.)
Pope’s Africa trip spotlights conflict, and church’s future

()
  Pope Francis began a six-day visit to Congo and South Sudan on Tuesday, aiming to bring a message of peace to two countries riven by poverty, conflict and what Francis has called a lingering “colonialist mentality” that still considers Africa ripe for exploitation. Francis landed at Kinshasa’s airport and was greeted by tens of thousands of Congolese who lined the main road into the city, some standing three or four deep, with children in school uniforms taking the front row. “The Pope is 86 years old but he came anyway.  (...)

Papa Francesco in Africa
Papa Francesco a Kinshasa: "Giù le mani dalla Repubblica Democratica del Congo, giù le mani dall’Africa! Basta soffocare l’Africa: non è una miniera da sfruttare o un suolo da saccheggiare. L’Africa sia protagonista del suo destino!"

** Incontro del Papa con le Autorità, la Società Civile e il Corpo Diplomatico presso il giardino del Palais de la Nation.
"Coraggio, fratello e sorella congolese! Rialzati, riprendi tra le mani, come un diamante purissimo, quello che sei, la tua dignità, la tua vocazione a custodire nell’armonia e nella pace la casa che abiti. Rivivi lo spirito del tuo inno nazionale, sognando e mettendo in pratica le sue parole: «Attraverso il duro lavoro, costruiremo un Paese più bello di prima; in pace»"
[Text: Italiano, Français, English, Español, Português]
(Sala stampa della Santa Sede) Al suo arrivo all’Aeroporto Internazionale N’djili di Kinshasa, il Santo Padre Francesco è stato accolto dal Primo Ministro. Dopo nel Palais de la Nation per la Cerimonia di Benvenuto nella Repubblica Democratica del Congo è accolto all’ingresso dal Presidente, S.E. il Signor Félix Antoine Tshisekedi Tshilombo. Dopo l’incontro in privato ha avuto luogo lo scambio dei doni e la presentazione della famiglia. Al termine, il Santo Padre Francesco si è trasferito nel giardino del Palais de la Nation per l’incontro con le Autorità, la Società Civile e il Corpo Diplomatico.
Discorso del Papa
Signor Presidente della Repubblica,
illustri Membri del Governo e del Corpo diplomatico,
distinte Autorità religiose e civili,
insigni Rappresentanti della società civile e del mondo della cultura,
Signore e Signori!
Vi saluto cordialmente, grato al Signor Presidente per le parole che mi ha rivolto. Sono felice di essere qui, in questa terra così bella, vasta e rigogliosa, che abbraccia a nord la foresta equatoriale, al centro e verso sud altipiani e savane alberate, a est colline, montagne, vulcani e laghi, a ovest altre grandi acque, con il fiume Congo che incontra l’oceano. Nel vostro Paese, che è come un continente nel grande Continente africano, sembra che la terra intera respiri. Ma se la geografia di questo polmone verde è tanto ricca e variegata, la storia non è stata altrettanto generosa: tormentata dalla guerra, la Repubblica Democratica del Congo continua a patire  (...)

Gabon
Présidentielle 2023 : les évêques du Gabon tirent la sonnette d’alarme d’un Gabon malade

(Info241)
C'est un message auquel ne s’attendait certainement pars les membres du gouvernement gabonais dont son Premier ministre, venus massivement à la messe de clôture de la 30e assemblée plénière des évêques du Gabon. Cette messe qui se tenait à l’église Saint Pierre de Libreville, a été l’occasion pour les évêques du Gabon d’alerter sur le climat socio-politique du pays et de dresser un tableau peu reluisant de la gestion du pays des actuelles autorités gabonaises. Tout en appelant au sursaut à la veille de la présidentielle de cette année. (...)

Papa Francesco in Africa
Visita di cortesia al Presidente della Repubblica Félix Antoine Tshisekedi Tshilombo. Dono del Santo Padre

(Sala stampa della Santa Sede)
Formella della Medaglia Commemorativa
Dritto: Stemma di Papa Francesco e in circolo la dicitura latina in rilievo “FRANCISCVS PONTIFEX MAXIMUS – A.D. MMXXIII”.
Rovescio: gli elementi sono disposti in quattro riquadri. In alto, una colomba, simbolo della pace, si libera sulla terra africana componendo la parte superiore di una croce ed evocando la benedizione del Santo Padre su terre martoriate da guerre, epidemie e calamità naturali. A destra, un okapi, animale tipico della RDC, bruca il prato accanto alle abitazioni, mentre a sinistra alcuni autoctoni sono riprodotti in atteggiamento di pacifica convivenza con la fauna locale.

Israele
Fate of Russian Church in Jerusalem Back in Netanyahu’s Hands

(Yael Freidson - haaretz.com)
The Church of St. Alexander Nevsky in the Old City has long been at the center of Israeli-Russian tensions. The High Court says it is up to Netanyahu to decide if Putin gets his wish. The Israeli government announced on Sunday that it will not appeal a court order halting the registration of Russian Orthodox Church property in the name of the Russian government – shifting responsibility for determining the ownership of the contested religious site back onto Prime Minister Benjamin Netanyahu. Last March, the Jerusalem District Court ruled that in this instance the Israeli cabinet, and not land registrar or the court, (...)

Nicaragua
La situazione dei diritti umani in Nicaragua nel rapporto annuale del CENIDH

(pressenza)
Nel rapporto di 76 pagine si trovano numerosi dati sulle denunce raccolte e l’analisi della situazione dellə prigionierə politichə, della condizione di detenzione e delle irregolarità dei processi che hanno portato alle condanne. L’organizzazione ha raccolto e seguito casi di condanne extragiudiziarie con la violazione del normale processo penale dovuto alla totale mancanza di separazione tra i 3 poteri nel Nicaragua di oggi. Il rapporto approfondisce la situazione dei crimini legati alle terre indigene delle due repubbliche autonome del Caribe nord e sud (RAAN e RAAS), della situazione delle incarcerazioni di oppositorə politichə e delle migrazioni. (...)

Germania
German bishops’ president rebukes Pope Francis for criticism of Synodal Way

(AC Wimmer, CNA) Bishop Georg Bätzing has criticized Pope Francis and dismissed the pope’s recent words that the controversial German Synodal Way is unhelpful, damaging, and ideologically poisoned, saying the Germans had “fundamentally different views of synodality” than Rome. In an interview published Jan. 27, the president of Germany’s Bishops’ Conference said he considered the pope’s “way of leading the Church by way of interviews” as “extremely questionable,” reported CNA Deutsch, CNA’s German-language news partner. Bätzing was referring to comments Pope Francis made about the Synodal Way, among other subjects, in a wide-ranging interview last week with the Associated Press. (...)

Cina
Wenzhou: il Partito comunista fa sparire di nuovo il vescovo Shao Zhumin

(AsiaNews) Trattenuto anche il suo segretario. L’obiettivo è impedire loro di partecipare al funerale di un religioso della Chiesa “sotterranea”, p. Chen Nailiang. Mons. Shao vittima di continue persecuzioni governative. Divieto di spostamento per il Capodanno lunare al vescovo di Xuanhua. -- Le autorità cinesi di sicurezza fanno sparire ancora mons. Shao Zhumin, vescovo di Wenzhou (Zhejiang). AsiaNews lo ha appreso da fonti locali, secondo cui il religioso è stato portato via insieme al suo segretario (e cancelliere della diocesi), p. Jiang Sunian. L’obiettivo è di impedire loro di partecipare al funerale di p. Chen Nailiang, morto il 29 gennaio all’età di 90 anni. (...)

Vaticano
Telegrammi ai Capi di Stato nel volo aereo da Roma a Kinshasa

(Sala stampa della Santa Sede) Durante il volo verso Kinshasa, nel sorvolare la Tunisia, l’Algeria, il Niger, il Chad, la Repubblica Centrafricana, il Camerun e infine la Repubblica del Congo, il Santo Padre Francesco ha fatto pervenire ai rispettivi Capi di Stato i seguenti telegrammi:
Sorvolo Tunisia
HIS EXCELLENCY KAIS SAIED
PRESIDENT OF THE REPUBLIC OF TUNISIA
TUNIS
AS I ENTER TUNISIAN AIRSPACE ON MY WAY TO THE DEMOCRATIC REPUBLIC OF THE CONGO, I SEND CORDIAL GREETINGS TO YOUR EXCELLENCY AND YOUR FELLOW CITIZENS. PRAYING THAT THE ALMIGHTY MAY BLESS YOU ALL WITH PEACE AND HARMONY, I INVOKE DIVINE BLESSINGS UPON THE NATION.
FRANCISCUS PP.

Congo (Rep. Dem.)
Pope urged to sanction Congo priest in child sex abuse case

(Afp)
What you need to know: A girl identified as Marie told reporters by video conference how she was raped nearly two years ago by a priest from the Tshumbe diocese in the centre of the country, when, at the age of 14, she was "aspiring" to join the church. Congolese and foreign activists on Monday called on Pope Francis to sanction a priest accused of sexually abusing a minor in the Democratic Republic of Congo where he arrives on Tuesday. A girl identified as Marie told reporters by video conference how she was raped nearly two years ago by a priest from the Tshumbe diocese in the centre of the country, when, at the age of 14, she was "aspiring" to join the church. (...)

Canada
Jean Vanier voulait devenir prêtre pour l’archidiocèse de Québec

(François Gloutnay, Présence) Dans les années 1950, Jean Vanier, celui qui cofondera L’Arche en 1964, habitait dans une communauté dirigée par un religieux dominicain, le père Thomas Philippe. En 1954, apprend-on aujourd’hui, le fils du gouverneur général du Canada Georges Vanier a multiplié les démarches afin d’être ordonné prêtre et incardiné dans l’archidiocèse de Québec, alors qu’il vivait en France depuis un bon moment. En 1956, le Saint-Office (aujourd’hui le dicastère pour la doctrine de la foi) s’est opposé à l’ordination de Jean Vanier et a exigé qu’il suive une formation de plusieurs années «afin de le ‘désintoxiquer’ de son attachement à son ‘Maître’». (...)

Honduras
Maradiaga: "Francisco tenía razones para pedirle a Gänswein que no volviera a la oficina"

(José Lorenzo - religion digital)
El cardenal arzobispo de Tegucigalpa, Óscar Andrés Rodríguez Maradiaga, nadie lo duda, es 'uno de los hombres del papa Francisco'. Su amistad viene de lejos. Dentro de unos días, hará 22 años que ambos recibieron de manos de Juan Pablo II la birreta cardenalicia. Y solo tres días después de ser elegido sucesor de Pedro, Jorge Mario Bergoglio lo llamó por teléfono para ofrecerle ser el coordinador del Consejo de Cardenales que quería poner en marcha para ayudarle en el gobierno de la Iglesia. El cardenal hondureño aceptó y se convirtió en el director de aquella pequeña orquesta que logró sacar adelante la reforma de la Curia, con muchas más resistencias de las esperadas. Ahora, vuelve a salir en defensa del viejo amigo contra una serie de ataques de algunos que fueron sus estrechos colaboradores. (...)

Svizzera
Líderes religiosos a la Comisión Europea: “Nuestro Dios es un Dios de paz, no de guerra y derramamiento de sangre”

(Consejo Mundial de Iglesias)
Líderes religiosos se reunieron con la Comisión Europea el 27 de enero en Bruselas para arrojar luz sobre el impacto de la guerra en Ucrania en el modo de vida europeo. Los participantes debatieron cómo se han percibido en sus países la guerra en Ucrania y la respuesta de la Unión Europea. También compartieron sus experiencias concretas con la acogida de personas refugiadas ucranianas, la crisis energética y el impacto en los sectores más vulnerables de la sociedad. El Consejo Mundial de Iglesias estuvo representado por el metropolitano Prof. Dr. Nifon de Târgoviște, de la Iglesia Ortodoxa Rumana, miembro del Comité Central y del Comité Ejecutivo. “Nosotros, como personas religiosas, somos conscientes de que los ciudadanos y ciudadanas de Ucrania (...)

Vaticano
Papa inicia quinta viagem a África, com destino à RD Congo e Sudão do Sul

(ecclesia)
Francisco cumpre promessa de visitar países marcados por conflitos, exploração e deslocações internas. O Papa iniciou hoje a sua quinta viagem a África, para cumprir a promessa de visitar a RD Congo e o Sudão do Sul, viagem adiada em julho de 2022, devido a problemas de saúde. “Essas terras são provadas por longos conflitos: a República Democrática do Congo sofre, especialmente no Leste do país, pelos conflitos armados e pela exploração; enquanto o Sudão do Sul, dilacerado por anos de guerra, não vê a hora que acabem as contínuas violências que obrigam tantas pessoas a viver deslocadas e em condições de grande sofrimento”, disse Francisco, este domingo, numa mensagem às populações dos dois países, desde o Vaticano. O voo da Ita Airways partiu às 08h29 (menos uma em Lisboa) do aeroporto de Fiumicino, tendo o Papa embarcado em cadeira de rodas, com a ajuda de um elevador especial. (...)

Mondo
Top Ten Practicing Catholic countries: It’s an African story

(Sala stampa della Santa Sede)
Even in the purest democracies, it’s a myth that elections are determined by the people. In reality, they’re determined by the people who actually vote – which, in the recent midterms in the US, was about 47 percent of those eligible to cast a ballot. Of course, the Catholic Church is not a democracy. Pope Francis, however, clearly wants it to be more of a Synod, premised on the idea of listening to everybody. Yet once again, that’s not really “everyone,” but everybody who shows up to be heard. (...)

Africa
«Basta violenze e sfruttamento»

(Stefania Falasca - L'Avvenire)
«C’è una cosa che dobbiamo denunciare: che l'Africa è da sfruttare... si tengono il sottosuolo per sfruttarlo, vediamo lo sfruttamento di altri Paesi che prendono le loro risorse. Questa idea che l’Africa esista per essere sfruttata è la cosa più ingiusta che ci sia e va cambiata». Sono affermazioni che Francesco ha ripetuto anche alla vigilia del viaggio che lo porta da oggi a domenica nella Repubblica democratica del Congo e nella giovane repubblica del Sud Sudan, riconosciuta indipendente nel 2011. Terre saccheggiate, provate da lunghi conflitti, come ha ribadito all’Angelus di domenica scorsa: «La prima soffre per gli scontri armati e per lo sfruttamento; mentre il Sud Sudan, dilaniato da anni di guerra, non vede l’ora che finiscano le continue violenze che costringono tanta gente a vivere sfollata e in condizioni di grande disagio».

Vaticano
Il viaggio del Papa. Francesco nell'Africa delle guerre dimenticate

(Angelo Scelzo - Il Mattino)
C'è tutto Francesco, e quasi la summa del suo pontificato, in questo impegnativo viaggio in Africa che inizia oggi da Kinshasa, capitale della Repubblica democratica del Congo, per proseguire poi nel Sud Sudan; e che non somiglia a nessun altro, anche tra quelli già compiuti nel continente nero. Sarà intanto il pellegrinaggio n. 40 in assoluto.
Ed è una tappa di recupero dopo il rinvio, nel luglio scorso, dovuto ai problemi al ginocchio e alla necessità, in quel momento, di non interrompere le terapie. Toccò al cardinale Parolin, segretario di Stato, rispettare il programma, aprendo di fatto la strada al papa e rendendo ancora più singolare questa doppia visita che si svolge, in realtà, su due fronti ben distinti.

Congo (Rep. Dem.)
Papa Francesco oggi in Congo

(adnkronos) Papa Francesco arriva oggi a Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo, primo Paese africano e settimo al mondo per il maggior numero di cattolici. Atteso dai fedeli, il Pontefice non potrà andare nell'est del Paese a causa dell'insicurezza di questa regione piagata da 30 anni di violenze. Ma il primo febbraio incontrerà nella capitale un gruppo di vittime del Congo orientale. "Il Papa vuole consolare, (...)

Vaticano
Parole del Papa nel volo Roma - Kinshasa

(Sala stampa della Santa Sede) Questa mattina, a bordo dell’aereo che lo porta nella Repubblica Democratica del Congo e in Sud Sudan, il Santo Padre Francesco ha salutato gli operatori dei media che lo accompagnano sul volo papale.
Introdotto dal saluto del Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni, il Papa ha rivolto ai giornalisti le parole che pubblichiamo di seguito: 
Parole del Santo Padre 
Bruni: 
Buongiorno, Santità, e grazie per aver accolto anche in questa occasione circa 75 giornalisti da 12 Paesi, di cui due africani. Sappiamo che questo era un viaggio che aspettava da tempo e siamo contenti di ascoltare e di vedere i gesti di questi giorni per poterli raccontare. Grazie! (...)

Europa
La Chiesa che sta perdendo l’Europa

(Ernesto Galli della Loggia, Corriere della Sera)
Qui e non altrove sono le radici della Chiesa e della sua identità, non a caso la crisi attuale si manifesta innanzi tutto nel centro stesso della Chiesa rappresentato dalla Santa Sede e dal Vaticano -- Può il Cristianesimo perdere l'Europa senza combattere? Può accettare come fosse una cosa ininfluente per la propria identità che l’Europa estrometta dal proprio orizzonte quella fede facendone un semplice residuo archeologico, così come sta avvenendo? E può accettarlo innanzi tutto la Chiesa cattolica, la quale nel nostro continente è stata del Cristianesimo la manifestazione prima e resta indubbiamente la più rilevante? 

Vaticano
Bollettino della Sala stampa della Santa Sede: Rinunce e Nomine

Rinuncia e successione dell’Arcivescovo di Mérida (Venezuela)
Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’Arcidiocesi di Mérida (Venezuela) presentata da S. Em.za il Cardinale Baltazar Enrique Porras Cardozo.
Gli succede S.E. Mons. Helizandro Terán Bermúdez, O.S.A., finora Arcivescovo Coadiutore della medesima Arcidiocesi Metropolitana.
Erezione della Diocesi di Araguaína (Brasile) e Nomina del primo Vescovo
Il Santo Padre ha eretto la Diocesi di Araguaína (Brasile), con territorio dismembrato dalle Diocesi di Tocantinópolis e di Miracema do Tocantins, rendendola suffraganea dell’Arcidiocesi Metropolitana di Palmas.
Il Santo Padre ha nominato primo Vescovo della Diocesi di Araguaína (Brasile) S.E. Mons. Giovane Pereira de Melo, finora Vescovo di Tocantinópolis.
Nomina del Vescovo di Poreč i Pula (Croazia)
Il Santo Padre ha nominato Vescovo di Poreč i Pula (Croazia) S.E. Mons. Ivan Štironja, trasferendolo dalla Diocesi di Kotor (Montenegro).
Nomina dell’Ordinario Militare per l’Ecuador
Il Santo Padre ha nominato Vescovo Ordinario Militare per l’Ecuador il Reverendo José Miguel Asimbaya Moreno, del clero dell’Arcidiocesi di Quito (Ecuador), Cancelliere, Canonico e Parroco della Cattedrale.
Nomina del Sotto-Segretario del Dicastero per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti
Il Santo Padre ha nominato Sotto-Segretario del Dicastero per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti il Rev.do Mons. Krzysztof Marcjanowicz, finora Officiale del Dicastero per l’Evangelizzazione - Sezione per le questioni fondamentali dell’evangelizzazione nel mondo e Cerimoniere Pontificio.

Vaticano
Franca Giansoldati: Il cardinale G. Müller "è un uomo di pensiero davvero libero interiormente che ha a cuore l'unità della Chiesa e la figura del Papa al quale è sinceramente leale"

(Luis Badilla - a cura Redazione "Il sismografo")
Il libro scritto dal cardinale tedesco, Gerhard Müller (nato il 31 dicembre 1947) , ex Prefetto dell'allora Congregazione per la Dottrina della Fede (oggi Dicastero), insieme con la giornalista de "Il Messaggero", nonché scrittrice e vaticanista di lungo corso, è sicuramente una delle opere sul pontificato di Jorge Mario Bergoglio più serie, documentate e ben elaborate. Scorrendo le sue pagine e la conversazione tra Müller e Giansoldati, serrata, diretta e incalzante, anche nel disaccordo con le analisi del porporato o della giornalista si prova la soddisfazione di prendere parte a uno scambio di vedute che nella Chiesa manca da molti anni. Un libro per riflettere, farsi domande, cercare risposte, approfondire prospettive. Non è un libro per tifosi, adulatori, contrari a prescindere o partigiani di cordate. 
Ora, gentilmente, Franca Giansoldati racconta con schiettezza e trasparenza come e perché è nato questo libro il cui titolo - "In buona fede" (Solferino 2023) - indica da subito un orizzonte rilevante e promettente.
***
1) Come nasce il progetto di questo libro e perché? Perché il cardinale accetta il suo invito e perché Lei decide di scrivere questo libro con G. Müller?

Sud Sudan
Sud Sudan, Carlassare: «In cammino per la pace»

( Il vescovo di Rumbek, Christian Carlassare, vittima di un attentato nel 2021, è in pellegrinaggio verso Juba con i giovani della sua diocesi: per portare a Papa Francesco il messaggio di pace e di speranza di un popolo che, come lui, vuole rimettersi in piedi -- «Prego sempre per la conversione del cuore. Come prima cosa la pace deve trovare il suo posto innanzitutto nei cuori di ognuno di noi. Solo allora si avrà la capacità di vedere la realtà di povertà che affligge questo popolo nonostante le tante risorse».  (...)

Vaticano
De nouveaux défis pour le cardinal Marc Ouellet

(François Gloutnay, Présence)
Dans une seconde déclaration remise aux médias en moins de dix jours, le cardinal Marc Ouellet annonce quel défis il entend relever à compter du 12 avril, date de l’arrivée de son successeur au dicastère pour les évêques. -- «J’entends désormais me consacrer à un projet qui me tient particulièrement à cœur» et qui est «au service de l’Église et auprès du Saint-Siège», indique-t-il dans une déclaration de trois paragraphes rendue publique sept heures après l’annonce que sa démission était acceptée par le pape François. (...)

Bangladesh
In un libro del card. D'Rozario la Chiesa e la teologia viste da Dhaka

(Sumon Corraya, AsiaNews)
In occasione dei suioi 50 anni di sacerdozio l'arcivescovo emerito di Dhaka ha riassunto in un volume in inglese il suo sguardo sull'essenza e la vita di una comunità cristiana nel contesto locale. Ministerialità, rapporto tra religiosi e laici, ma anche l'eredità del visita di papa Francesco tra i temi al centro della riflessione. (...)

Sud Sudan
Il Pontefice toccherà il cuore di tutti

(Stephen Ameyu Mulla, Arcivescovo metropolita di Juba - L'Osservatore Romano)
Aspettiamo il Santo Padre con amore cristiano e siamo certi che il suo pellegrinaggio in Sud Sudan toccherà il cuore di tutti, anche dei politici. C’è grande attesa, come quando si aspetta un ospite importante, un familiare. Siamo certi che il pellegrinaggio ecumenico di Sua Santità Papa Francesco schiaccerà la testa del diavolo che sta ritardando la pace completa in Sud Sudan, poiché la fede dei figli di Dio è più forte del male. Si tratta inoltre di un’occasione per i leader di riunirsi e guidare il popolo del Sud Sudan verso la pace, la riconciliazione e l’amore. (...)

Perú
Robert Prevost: “No tengo la menor duda de que Francisco está guiado por el Espíritu Santo”

(Aníbal Pastor N., Corresponsal para Perú / religion digital)
Robert Francis Prevost Martínez, obispo de Chiclayo, Perú, un misionero, agustino, de nacionalidad estadounidense, con largos años de trabajo pastoral en el país andino, fue recién nombrado por el papa Francisco como nuevo prefecto para el Dicasterio de los Obispos y presidente de la Comisión Pontificia para América Latina (ver nota aquí)
Con Prevost, cuyo nombramiento ya ha suscitado una gran alegría en el pueblo de Dios, sobre todo al dejar atrás al época Ouellet, atendió en exclusiva a Religión Digital, y a través de nuestro medio, envió un saludo a los obispos de América Latina en su calidad de nuevo presidente de la CAL. Estas son sus respuestas en una breve entrevista: — ¿Cómo se siente ante estas nuevas responsabilidades, que le ha pedido asumir el papa Francisco? (...)

Italia
I rifugiati accolti al Centro Astalli salutano Papa Francesco in partenza per Repubblica Democratica del Congo e Sud Sudan

(Centro Astalli)
Papa Francesco questa mattina, prima di partire per il suo viaggio apostolico in Repubblica Democratica del Congo e Sud Sudan, ha incontrato un gruppo di rifugiati congolesi e sud sudanesi accolti a Roma dalCentro Astalli, sede italiana del Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati (JRS). Cedric è rifugiato in Italia e oggi vive a Roma con la moglie e tre figli piccoli. Era attore in Congo, impegnato in progetti teatrali e documentaristici per la diffusione dei diritti umani tra le nuove generazioni a Kinshasa. Questo suo impegno civico lo ha costretto prima al carcere, poi a lasciare il suo Paese e chiedere asilo in Italia. Mirra ha una protezione sussidiaria, cinque anni fa è riuscita a fare il ricongiungimento familiare con i suoi due figli entrambi albini, condizione che in Congo spesso comporta violenze e discriminazioni. (...)

Vaticano
«Il Signore fa grandi cose attraverso i piccoli». Il Cardinale Tagle consacra Vescovo don Emilio Nappa, Segretario aggiunto del Dicastero per l’Evangelizzazione

(Agenzia Fides) «L’amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato». Le liete parole usate da San Paolo Apostolo nel quinto capitolo della Lettera ai Romani hanno fatto da filo conduttore alla liturgia di ordinazione episcopale di don Emilio Nappa, celebrata nel pomeriggio di sabato 28 gennaio nella Basilica di San Pietro. Papa Francesco, lo scorso 3 dicembre, aveva nominato don Nappa Segretario aggiunto del Dicastero per l’Evangelizzazione con incarico di Presidente delle Pontificie Opere Missionarie (...)

Francia
Un rapport d'experts révèle l'ampleur d'un scandale sexuel impliquant Jean Vanier

(Jean-Marie Guénois, Le Figaro)
L'Arche, structure mondialement connue qui vient en aide aux personnes handicapées, publie 900 pages accablantes sur les pratiques déviantes de son fondateur et de son père spirituel, Thomas Philippe. « Aucune personne handicapée » n'aurait été victime de Jean Vanier ni du père Thomas Philippe, veut rassurer L'Arche, œuvre fondée par ces deux personnalités en 1964 pour accueillir des personnes en situation de handicap. Un argument qui ne saurait éclipser le scandale : cette célèbre association a publié lundi un rapport d'experts de 900 pages (disponible sur arche-france.org) accablant quant aux comportements sexuels de ces deux hommes.

Italia
Messaggio del Presidente Mattarella a Papa Francesco in occasione del Viaggio Apostolico in Congo e Sud Sudan

(quirinale.it)
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato a Sua Santità Papa Francesco il seguente messaggio -- «Desidero rivolgerLe un sincero ringraziamento per il messaggio che ha voluto indirizzarmi nel momento in cui si accinge a partire per l’atteso viaggio apostolico in Repubblica Democratica del Congo e Sud Sudan. La Sua missione in Paesi segnati dalla violenza e dalla povertà rappresenta un’occasione importante per testimoniare vicinanza e fiducia a quanti sono impegnati a promuovere i valori del rispetto, della concordia e della pacifica convivenza, uniche basi sulle quali è possibile costruire a beneficio di tutti un orizzonte di stabilità e sviluppo. (...)

Vaticano
Il Papa vola in Sud Sudan e Repubblica Democratica del Congo

Papa bacia i piedi dei leader del Sud Sudan e invoca la pace
 11 aprile 2019
(L. M. - Silere non possum)
Mentre si stanno preparando le valigie, in Segreteria di Stato qualcuno afferma: “Iniziamo molto male”. Il riferimento è alle polemiche che stanno emergendo nel Sud Sudan in merito alle parole del Santo Padre Francesco sull’omosessualità. Le parole del Papa, infatti, sono state fortemente criticate da Michael Makuei Lueth, ministro dell’informazione del Sud Sudan. “Se il Papa viene a dirci che i matrimoni omosessuali e l’omosessualità sono permessi, vi diciamo di no”, ha dichiarato il politico. Non il migliore atteggiamento per accogliere quello che è stato definito il Pellegrinaggio ecumenico di Pace, diciamo. “La nostra Costituzione è molto chiara: il matrimonio è tra sessi opposti e il matrimonio omosessuale è un crimine, un reato fondamentale”, ha dichiarato Makuei ad alcuni giornalisti. La persecuzione degli omosessuali. Come noto, (...)

Pakistan
Death toll from Pakistan mosque suicide bombing rises to 88

(Riaz Khan, AP) The death toll from a suicide bombing at a mosque in northwestern Pakistan rose to 88 on Tuesday, officials said. The assault, on a Sunni mosque inside a major police facility, was one of the deadliest attacks on Pakistani security forces in recent years. More than 300 worshippers were praying in the mosque in the city of Peshawar, with more approaching, when the bomber set off his explosives vest on Monday morning. The blast ripped through the mosque, killing and injuring scores and also blew off a part of the roof. What was left of the roof then caved in, injuring many more, according to Zafar Khan, a police officer. Rescuers had to remove mounds of debris to reach worshippers still trapped under the rubble. (...)

Africa
Pope’s Africa trip spotlights conflict, and church’s future

()
Pope Francis is opening a six-day visit to Congo and South Sudan on Tuesday, aiming to bring a message of peace to two countries riven by poverty, conflict and what Francis has called a lingering “colonialist mentality” that still considers Africa ripe for exploitation. Aid groups are hoping Francis’ trip will shine a spotlight on two of the world’s forgotten conflicts and rekindle international attention on some of Africa’s worst humanitarian crises, amid donor fatigue and new aid priorities in Ukraine. (...)

Vaticano
Viaggio Apostolico di Sua Santità Francesco nella Repubblica Democratica del Congo e in Sud Sudan (Pellegrinaggio Ecumenico di Pace in Sud Sudan) (31 gennaio - 5 febbraio 2023) - La partenza da Roma e il Telegramma al Presidente della Repubblica Italiana

La partenza da Roma 
Ha avuto inizio questa mattina il 40° Viaggio Apostolico Internazionale di Papa Francesco, che si reca nella Repubblica Democratica del Congo e in Pellegrinaggio Ecumenico di Pace in Sud Sudan. 
Prima di lasciare Casa Santa Marta il Santo Padre ha incontrato una decina di migranti e rifugiati dalla Repubblica Democratica del Congo e dal Sud Sudan, accolti e sostenuti, con le loro famiglie, dal Centro Astalli. Con loro era presente il Prefetto del Dicastero per la Carità, l’Em.mo Card. Konrad Krajewski. 
Nell’arrivare all’Aeroporto di Fiumicino, l’auto del Santo Padre ha sostato brevemente nei pressi del Monumento ai Caduti di Kindu, i 13 aviatori italiani uccisi in Congo l’11 novembre 1961. Alle vittime di quel sanguinoso eccidio e a tutti coloro che hanno perso la vita partecipando a missioni umanitarie e di pace, Papa Francesco ha dedicato una preghiera. 
Quindi, giunto all’Aeroporto Internazionale di Roma-Fiumicino, alle ore 8.29 – a bordo di un A359/ITA Airways – è partito alla volta di Kinshasa. L’atterraggio all’Aeroporto Internazionale N’djili di Kinshasa è previsto per le ore 15.00.  
*****
Telegramma al Presidente della Repubblica Italiana 
Nel momento di lasciare il territorio italiano, il Santo Padre Francesco ha fatto pervenire al Presidente della Repubblica Italiana, On. Sergio Mattarella, il seguente telegramma: 
A SUA ECCELLENZA ON. SERGIO MATTARELLA PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA PALAZZO DEL QUIRINALE 00187 ROMA NEL MOMENTO IN CUI MI ACCINGO A COMPIERE UN VIAGGIO APOSTOLICO NELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO E IN SUD SUDAN, MOSSO DAL VIVO DESIDERIO DI INCONTRARE I FRATELLI NELLA FEDE E GLI ABITANTI DI QUELLE CARE NAZIONI RECANDO UN MESSAGGIO DI PACE E DI RICONCILIAZIONE, MI È GRADITO RIVOLGERE A LEI, SIGNOR PRESIDENTE, L’ESPRESSIONE DEL MIO DEFERENTE SALUTO, CHE ACCOMPAGNO CON FERVIDE PREGHIERE PER IL BENE E LA PROSPERITA’ DELL’INTERO POPOLO ITALIANO. 
FRANCISCUS PP.

Sud Sudan
Museveni, Ruto, Abiy invited to witness Pope’s visit

(EyeRadio) The South Sudan government has invited the presidents of Uganda, Kenya and Ethiopia to Juba to attend events of the Pope’s visit to the country. Information Minister Michael Makuei Lueth said Yoweri Museveni, William Ruto and Dr. Abiy Ahmed have been invited to witness the 40th Apostolic Journey of Pope Francis. However, Makuei stated that the three leaders are yet to confirm their attendance. “The guests who were invited are; President Museveni, President Ruto, and the Prime Minister of Ethiopia, these are people who are invited but up to now we have not received the confirmation from them,” he told Eye Radio. (...)

Germania
Vaticano mostra novo cartão amarelo aos bispos alemães

(7 margens)
“A Santa Sé vê o perigo de um enfraquecimento do ofício episcopal. Eu vejo a consulta sinodal como um fortalecimento positivo desse ofício” – esta é a expressão mais contundente que na segunda-feira, 23 de janeiro, o bispo do Limburgo, Georg Bätzing, presidente da Conferência Episcopal Alemã, utiliza na sua resposta à carta de três cardeais de Roma em que é expressamente dito que “nem o Caminho Sinodal, nem qualquer órgão por ele estabelecido, nem qualquer Conferência Episcopal tem competência para estabelecer o ‘Conselho Sinodal’ a nível nacional, diocesano ou paroquial”. Irme Stetter-Karp, presidente do Comité Central dos Católicos Alemães (ZdK) e, por essa função, co-presidente do Caminho Sinodal Alemão, (...)

Congo (Rep. Dem.)
Questa visita è un dono

(Fridolin Ambongo Besungu, Cardinale arcivescovo di Kinshasa - L'Osservatore Romano)
La Repubblica Democratica del Congo celebra con gioia la visita del Santo Padre. E in occasione di questo dono che Papa Francesco fa al nostro popolo, lancio un appello a tutte le persone, al nostro popolo, alla società civile, alle Chiese cattoliche e protestanti affinché si alzino, alzino la testa per fare da argine alla violenza, alla discordia e alla disumanità che distruggono il creato.  I giorni a venire saranno difficili. Il nostro Paese è stato devastato per anni per motivi economici e geostrategici. Il mondo non può più rimanere in silenzio di fronte a queste tragedie umane. L’episcopato congolese ha sempre svolto un ruolo profetico nella Repubblica Democratica del Congo. Il rischio di “balcanizzazione” del nostro Paese  (...)

Sud Sudan
Impagliazzo: Rome talks to resume after Papal visit

(Radio Tamazuj)
The secretary-general of the Community of Sant'Egidio, Paolo Impagliazzo, says they welcome the decision by the government of South Sudan to resume talks with the hold-out opposition groups and that the talks will resume after the Pope's visit this week. In a statement signed by South Sudan's Presidential Affairs Minister Barnaba Marial Benjamin and the head of the government delegation to the talks last week, the government said it would resume the talks. This comes a month after the government suspended its participation in the Rome peace talks  (...)

Vaticano
Parolin a Lourdes espone le linee guida della diplomazia vaticana

(Michele Raviart e Jean-Charels Putzolu - Vatican News)
In Francia per la presentazione del premio Jacques Hamel assegnato dalla Federazione dei media cattolici in occasione delle 26 esime giornate dedicate a San Francesco di Sales, il Segretario di Stato ha ricordato che la pace non deve essere assenza di guerra, ma frutto di relazioni guiste. Nel pomeriggio, durante la Santa Messa, ha sottolineato come il comunicatore cattolico debba testimoniare Gesù con la sua vita. Riconciliazione, che ha bisogno del dialogo e del confronto per arrivare ad una giusta soluzioni dove tutti possano essere ugualmente vincitori, perché riconciliati. Verità, che implica di non falsificare  (...)