venerdì 23 settembre 2022

Russia
La rivolta contro Putin: "Mosca una polveriera. Colpo di Stato possibile"

(quotidiano,net)
Parla Sergei Guriev, il prof di economia oppositore dello zar, da nove anni in esilio a Parigi.  "Il vento spira impetuoso. Vediamo proteste senza precedenti, le manifestazioni sono diffuse in tutte le grandi città della Russia, la gente scende in piazza rischiandola propria libertà e in qualche caso anche la propria vita. A questi vanno aggiunti tutto coloro che lasciano o lasceranno la Russia per evitare la coscrizione obbligatoria. Il clima sta cambiando. E per Putin sono tempi complicati, anche perché pure nel palazzo del potere russo c’è chi in silenzio si interroga sulla sua leadership". Così Sergei Guriev, professore di Economia all’Instituts d’études politiques di Parigi, dal 2013 in esilio in Francia. I russi stanno abbandonando Putin? (...)