giovedì 7 luglio 2022

Italia
Ucraina il ritorno della parola


(Tonio Dall'Oglio - mosaicodipace) Non possiamo rassegnarci alla guerra. Stiamo scivolando sempre più e sempre più inesorabilmente verso la convinzione che la soluzione della crisi russo-ucraina debba essere inevitabilmente militare. Dai fogli di giornale come dai reportage dalle aree più calde, dai commenti autorevoli così come dai contributi degli "esperti" si viene letteralmente travolti dagli approfondimenti geostrategici, dalle notizie dei combattimenti e dei missili lanciati dalle postazioni russe, dalle analisi e dalle previsioni sulle prossime mosse degli eserciti e sulle illusorie conquiste di territorio dall'una o dall'altra parte con il conseguente costo in termini di vite umane e di distruzioni. La cifra del negoziato sembra essere scomparso dall'orizzonte politico. (...)