giovedì 23 giugno 2022

Vaticano
Papa Francesco: In Ucraina torna il dramma di Caino e Abele. E' stata scatenata una violenza che distrugge la vita, una violenza luciferina, diabolica, alla quale noi credenti siamo chiamati a reagire con la forza

(a cura Redazione "Il sismografo")
I 60 testi ufficiali che documentano quanto Papa Francesco ha detto, dall'Angelus della domenica 27 febbraio sino a oggi 25 giugno sull'aggressione armata di Vladimir Putin contro l'Ucraina cominciata la notte del 24 febbraio scorso. Oggi, Francesco ha detto: "Là si è tornati al dramma di Caino e Abele; è stata scatenata una violenza che distrugge la vita, una violenza luciferina, diabolica, alla quale noi credenti siamo chiamati a reagire con la forza della preghiera, con l’aiuto concreto della carità, con ogni mezzo cristiano perché le armi lascino il posto ai negoziati."
(60) Giovedì 25 giugno 2022 - Discorso Assemblea della R.O.A.C.O.
"Continuate, vi prego, a tenere dinanzi agli occhi l’icona del buon Samaritano: (...) e soprattutto per l’amata e martoriata Ucraina. Là si è tornati al dramma di Caino e Abele; è stata scatenata una violenza che distrugge la vita, una violenza luciferina, diabolica, alla quale noi credenti siamo chiamati a reagire con la forza della preghiera, con l’aiuto concreto della carità, con ogni mezzo cristiano perché le armi lascino il posto ai negoziati. Vorrei ringraziarvi per aver contribuito a portare la carezza della Chiesa e del Papa in Ucraina e nei Paesi ove sono stati accolti i rifugiati. Nella fede sappiamo che le alture della superbia e dell’idolatria umane saranno abbassate, e colmate le valli della desolazione e delle lacrime, ma vorremmo anche che si compia presto la profezia di pace di Isaia: che un popolo non alzi più la mano contro un altro popolo, che le spade diventino aratri e le lance falci (cfr Is 2,4). Invece, tutto sembra andare nella direzione opposta: il cibo diminuisce e il fragore delle armi aumenta. È lo schema cainico che regge oggi la storia. Non smettiamo perciò di pregare, di digiunare, di soccorrere, di lavorare perché i sentieri della pace trovino spazio nella giungla dei conflitti."
(59) Mercoledì 22 giugno - Udienza generale
"I bambini che erano con me nella papamobile erano bambini ucraini: non dimentichiamo l’Ucraina. Non perdiamo la memoria della sofferenza di quel popolo martoriato."
(58) Domenica 19 giugno 2022 - Angelus
"E non dimentichiamo il martoriato popolo ucraino in questo momento, popolo che sta soffrendo. Io vorrei che rimanga in tutti voi una domanda: cosa faccio io oggi per il popolo ucraino? Prego? Mi do da fare? Cerco di capire? Cosa faccio io oggi per il popolo ucraino? Ognuno risponda nel proprio cuore".
(57) Mercoledì 15 giugno - Udienza generale
"E per favore, non dimentichiamo il popolo martoriato dell’Ucraina in guerra. Non abituiamoci a vivere come se la guerra fosse una cosa lontana. Il nostro ricordo, il nostro affetto, la nostra preghiera e il nostro aiuto siano sempre vicino a questo popolo che soffre tanto e che sta portando avanti un vero martirio."
(56) Martedì 14 giugno 2022 - Messaggio per la VI Giornata mondiale dei poveri
"La guerra in Ucraina è venuta ad aggiungersi alle guerre regionali che in questi anni stanno mietendo morte e distruzione. Ma qui il quadro si presenta più complesso per il diretto intervento di una “superpotenza”, che intende imporre la sua volontà contro il principio dell’autodeterminazione dei popoli. Si ripetono scene di tragica memoria e ancora una volta i ricatti reciproci di alcuni potenti coprono la voce dell’umanità che invoca la pace. Quanti poveri genera l’insensatezza della guerra! Dovunque si volga lo sguardo, si constata come la violenza colpisca le persone indifese e più deboli. Deportazione di migliaia di persone, soprattutto bambini e bambine, per sradicarle e imporre loro un’altra identità. (...) L’esperienza di debolezza e del limite che abbiamo vissuto in questi ultimi anni, e ora la tragedia di una guerra con ripercussioni globali, devono insegnare qualcosa di decisivo: non siamo al mondo per sopravvivere, ma perché a tutti sia consentita una vita degna e felice. Il messaggio di Gesù ci mostra la via e ci fa scoprire che c’è una povertà che umilia e uccide, e c’è un’altra povertà, la sua, che libera e rende sereni."
Messaggio
(55) Martedì 14 giugno 2022 - La Civiltà Cattolica - Papa Francesco in conversazione con i direttori delle riviste culturali europee dei Gesuiti
Nel dialogo con i direttori delle riviste europee dei gesuiti l’invito a ragionare su radici e interessi legati al conflitto in Ucraina -- Lo scorso 19 maggio il Papa ha incontrato i direttori delle riviste culturali europee della Compagnia di Gesù raccolti in udienza presso la Biblioteca privata del Palazzo apostolico.
La Civilta Cattolica
(54) Angelus - Domenica 12 giugno 20220
È sempre vivo nel mio cuore il pensiero per la popolazione ucraina, afflitta dalla guerra. Il tempo che passa non raffreddi il nostro dolore e la nostra preoccupazione per quella gente martoriata. Per favore, non abituiamoci a questa tragica realtà! Abbiamola sempre nel cuore. Preghiamo e lottiamo per la pace.
Angelus
(53) Domenica 12 giugno 20220 - Angelus
È sempre vivo nel mio cuore il pensiero per la popolazione ucraina, afflitta dalla guerra. Il tempo che passa non raffreddi il nostro dolore e la nostra preoccupazione per quella gente martoriata. Per favore, non abituiamoci a questa tragica realtà! Abbiamola sempre nel cuore. Preghiamo e lottiamo per la pace.
Angelus
(52) Domenica 5 giugno - Regina Caeli
"Cari fratelli e sorelle, a Pentecoste il sogno di Dio sull’umanità diventa realtà; cinquanta giorni dopo la Pasqua, popoli che parlano lingue diverse si incontrano e si capiscono. Ma ora, a cento giorni dall’inizio dell’aggressione armata all’Ucraina, sull’umanità è calato nuovamente l’incubo della guerra, che è la negazione del sogno di Dio: popoli che si scontrano, popoli che si uccidono, gente che, anziché avvicinarsi, viene allontanata dalle proprie case. E mentre la furia della distruzione e della morte imperversa e le contrapposizioni divampano, alimentando un’escalation sempre più pericolosa per tutti, rinnovo l’appello ai responsabili delle Nazioni: non portate l’umanità alla rovina per favore! Non portate l’umanità alla rovina per favore! Si mettano in atto veri negoziati, concrete trattative per un cessate il fuoco e per una soluzione sostenibile. Si ascolti il grido disperato della gente che soffre - lo vediamo tutti i giorni sui media - si abbia rispetto della vita umana e si fermi la macabra distruzione di città e villaggi nell’est dell’Ucraina. Continuiamo, per favore, a pregare e a impegnarci per la pace, senza stancarci.
Regina Caeli
(51) Sabato 4 giugno - Videomessaggio alla Vigilia di Pentecoste
Il 4 giugno, in occasione della Veglia ecumenica di Pentecoste organizzata da Charis International, Francesco diffonde un videomessaggio iui sottolinea il fatto che in tante parti del mondo "la fame e popoli interi costretti all’esilio. E la guerra, guerra tra fratelli, guerra tra cristiani, come nel caso, in questo momento, della invasione dell’Ucraina. Sono un esempio di questa guerra in tutto il mondo anche la situazione nello Yemen, il martirio del popolo Rohingya e la particolare situazione del Libano, tra gli altri... guerra!"
Visita in Ucraina. Sempre il 4 giugno incontrando bambini e ragazzi europei, alla domanda di un bimbo ucraino rifugiato, il Papa ha risposto su una sua eventuale visita a Kyiv.  
Bambino ucraino
Mi chiamo Sachar, vengo dall’Ucraina. Non ho una domanda ma piuttosto una richiesta: può venire
in Ucraina per salvare tutti i bambini che adesso soffrono lì?
Papa Francesco
[saluto ucraino] "Sono contento che tu sia qui. Io penso tanto ai bambini in Ucraina, e per questo ho inviato alcuni Cardinali che aiutino lì e siano vicino a tutta la gente, ai bambini. Io avrei voglia di andare in Ucraina; soltanto, devo aspettare il momento per farlo, sai?, perché non è facile prendere una decisione che può fare più del male a tutto il mondo che del bene. Devo cercare il momento giusto per farlo. Questa settimana prossima io riceverò rappresentanti del governo dell’Ucraina, che verranno a parlare, a parlare anche di una eventuale visita mia lì. Vediamo cosa succede."
Videomessaggio
(50) Mercoledì 1° giugno - Udienza generale
Nell'intervento numero 50, mercoledì 1° giugno 2022, il Papa ha parlato di ciò che è scoppiato clamorosamente dopo 100 giorni di guerra: l'uso del cibo per ricattare, combattere nemici, creare alleanze tra amici, negoziare politicamente e diplomaticamente, a dimostrazione della verità già denunciata dal Pontefice: "una guerra sporca e ripugnante". Ecco le parole del Papa: "Desta grande preoccupazione il blocco dell’esportazione del grano dall’Ucraina, da cui dipende la vita di milioni di persone, specialmente nei Paesi più poveri. Rivolgo un accorato appello affinché si faccia ogni sforzo per risolvere tale questione e per garantire il diritto umano universale a nutrirsi. Per favore, non si usi il grano, alimento di base, come arma di guerra!"
Udienza
***
49 testi delle allocuzioni o riferimenti di Papa Francesco sull'aggressione russa contro l'Ucraina dal 27 febbraio 2022 al 30 maggio 2022.
(a cura Redazione "Il sismografo")
***********
Tutti gli interventi del Santo Padre
Data ed evento
(60) Giovedì 25 giugno 2022 - Discorso Assemblea della R.O.A.C.O.
(59) Mercoledì 22 giugno - Udienza generale
(58) Domenica 19 giugno 2022 - Angelus
(57) Mercoledì 15 giugno - Udienza generale
(56) Martedì 14 giugno 2022 - Messaggio per la VI Giornata mondiale dei poveri
(55) Martedì 14 giugno 2022 - La Civiltà Cattolica - Papa Francesco in conversazione con i direttori delle riviste
(54) Angelus - Domenica 12 giugno 20220
(53) Domenica 12 giugno 20220 - Angelus
(52) Domenica 5 giugno - Regina Caeli
(51) Sabato 4 giugno - Videomessaggio alla Vigilia di Pentecoste
(50) Mercoledì 1° giugno - Udienza generale
(49) Lunedì 30 maggio 2022 - Udienza alla Delegazione del B’nai B’rith International
(48) Lunedì 30 maggio 2022 - Messaggio ai partecipanti al Consiglio Plenario della Commissione Internazionale Cattolica per le Migrazioni
(47) Mercoledì 25 maggio 2022 - Udienza generale.
(46) Lunedì 23 maggio 2022 - Udienza ai Volontari del Servizio Nazionale di Protezione Civile
(45) Lunedì 16 maggio 2022 - Discorso ai Rettori delle Università del Lazio - Italia
(44) Domenica 15 maggio 2022 - Regina Caeli
(43) Venerdì 13 maggio 2022 - Discorso all'ENAC
(42) Martedì 10 maggio 2022 - Messaggio del Santo Padre Francesco per la II Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani
(41) Domenica 8 maggio 2022 - Regina Caeli
(40) Venerdì 6 maggio 2022 - Discoro partecipanti alla sessione plenaria del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani - Discorso
(39) Martedì 3 maggio 2022 - Intervista al Corriere della Sera
(38) Domenica 1° maggio 20220 -  Regina Caeli
(37) Mercoledì 27 aprile 2022 - Udienza generale
(36) Lunedì 25 aprile 2022 - Riunione dei cardinali
(35) Domenica 24 aprile - Saluto di Papa Francesco al Patriarca Kirill - Pasqua Ortodossa
(34) Domenica 24 aprile 2022. - Parole del Papa nel dopo Regina Caeli
(33) Sabato 23 aprile 2022 - Alla Comunità pastorale “Madonna delle Lacrime” da Treviglio (Bergamo)
(32) Simposio “Sulle orme del Cardinale Suenens-Lo Spirito Santo, Maria e la Chiesa”
(31) Venerdì 22 aprile - Intervista del Papa al giornale argentino "La Nación"
(30) Giovedì 21 aprile - Il Papa aderisce a richiesta di tregua pasquale
(29) Domenica 17 aprile 2022. - Messaggio Urbi et Orbi - Pasqua 2022
(28) Sabato 17 aprile 2020. Saluto - Omelia della Veglia Pasquale
(27) Venerdì 16 aprile 2022. - Colloquio di Papa Francesco con "A sua immagine (Rai1)
(26) Mercoledì 13 aprile 2022. - Udienza generale (Settimana Santa)
(25) Martedì 14 aprile 2022 - Messaggio a un pellegrinaggio interreligioso in Ucraina
(24) Domenica 10 aprile 2022 - Angelus della Domenica delle Palme
(23) Domenica 10 aprile 2022 - Messa della Domenica delle Palme - Omelia
(22) Sabato 10 aprile 2022. - Udienza ai Soci del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo
(21) Mercoledì 6 aprile 2022 - Udienza generale
(20) Domenica 3 aprile 2022 - Conferenza stampa al rientro da Malta
(19) Domenica 3 aprile 2022 - Discorso - Visita Centro Migranti Giovanni XXIII (La Valletta - Malta)
(18) Domenica 3 aprile 2022  - Discorso - Visita Centro Migranti Giovanni XXIII (La Valletta - Malta)
(17) Domenica 3 aprile 2022 - Saluto al termine della Messa (La Valletta - Malta)
(16) Sabato 2 aprile 2022 - Omelia (Gozo - Malta)
(15) Mercoledì 30 marzo 2002 - Udienza generale
(14) Domenica 27 marzo - Angelus
(13) Venerdì 25 marzo 2022 - Omelia (Atto di Consagrazione a Maria)
(12) Giovedì 24 marzo 2022 - Discorso
(11) Mercoledì 23 marzo 2022 - Udienza generale
(10) Domenica 20 marzo 2022 - Angelus
(9) Venerdì 18 marzo 2022 - Discorso
(8) Venerdì 18 marzo 2022 - Messaggio
(7) Mercoledì 16 marzo 2022 - Udienza generale
(6) Mercoledì 16 marzo 2022 - Videoconferenza tra Papa Francesco e il Patriarca Kirill
(5) Domenica 13 marzo 2022 - Angelus
(4) Domenica 6 marzo 2022 - Angelus
(3) Mercoledì 2 marzo - Udienza generale / Francese
(2) Mercoledì 2 marzo - Udienza generale / Polacco
(1) Domenica 27 febbraio 2022 - Angelus