sabato 22 gennaio 2022

Russia
Dopo l’URSS. 2008-2021 il tempo dei conflitti

(Michail Minakov- lanuovaeuropa)
Dal 2008 iniziano a scoppiare brevi conflitti tra i paesi ex-sovietici. L’ipotesi «guerra» entra nella mentalità comune; il nazionalismo produce secessioni a catena. Qui approda la parabola delle nuove democrazie. La libertà sognata nel 1991 può dare ancora dei frutti? Nel 2008 la conflittualità post-sovietica è deflagrata nella breve ma sanguinosa guerra russo-georgiana. Il tentativo di Saakashvili di riguadagnare la popolarità conquistando la regione separatista dell’Ossezia del Sud ha fatto scattare la risposta della Russia, conclusasi con la disfatta delle forze armate georgiane, l’imposizione di nuovi confini tra Georgia, Ossezia del Sud e Abcasia, e col parziale riconoscimento dell’indipendenza di alcune regioni georgiane secessioniste. (...)