domenica 5 dicembre 2021

Vaticano
Domenica 5 dicembre: la giornata del Papa

(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Grecia/Mytilene – Visita ai Rifugiati. Reception and Identification Centre. Discorso del Santo Padre: "il Mediterraneo, culla di civiltà sta diventando uno specchio di morte"
- "Il rispetto delle persone e dei diritti umani, specialmente nel continente che non manca di promuoverli nel mondo, dovrebbe essere sempre salvaguardato, e la dignità di ciascuno dovrebbe essere anteposta a tutto! È triste sentir proporre, come soluzioni, l’impiego di fondi comuni per costruire muri."
- "Il Mediterraneo, che per millenni ha unito popoli diversi e terre distanti, sta diventando un freddo cimitero senza lapidi. Questo grande bacino d’acqua, culla di tante civiltà, sembra ora uno specchio di morte."
- "E invece si offende Dio, disprezzando l’uomo creato a sua immagine, lasciandolo in balia delle onde, nello sciabordio dell’indifferenza, talvolta giustificata persino in nome di presunti valori cristiani."
Cari fratelli e sorelle,
grazie per le vostre parole. Le sono grato, Signora Presidente, per la sua presenza e le sue parole. Sorelle, fratelli, sono nuovamente qui per incontrarvi. Sono qui per dirvi che vi sono vicino. Sono qui per vedere i vostri volti,
Sala stampa della Santa Sede
*** Santa Messa – Megaron Concert Hall. Omelia del Santo Padre
"Deserto e conversione: su questo insiste il Vangelo di oggi e tanta insistenza ci fa capire che queste parole ci riguardano direttamente. Accogliamole entrambe."
In questa seconda Domenica di Avvento la Parola di Dio ci presenta la figura di San Giovanni Battista. Il Vangelo ne sottolinea due aspetti:
Sala stampa della Santa Sede
Tweet
- "Vi prego, fermiamo questo naufragio di civiltà! https://www.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2021/december/documents/20211205-grecia-rifugiati.html …"
- "Guardiamo i volti dei bambini. Interpellano le nostre coscienze e ci chiedono: “Quale mondo volete darci?” Non scappiamo via frettolosamente dalle crude immagini dei loro piccoli corpi stesi inerti sulle spiagge. Fermiamo questo naufragio di civiltà! #ViaggioApostolico"
- "L’avvenire sarà prospero solo se riconciliato con i più deboli. Perché quando i poveri vengono respinti si respinge la pace. Chiusure e nazionalismi – la storia lo insegna – portano a conseguenze disastrose. #ViaggioApostolico"
- "Sorelle e fratelli migranti, sono qui a Lesbo per dire che vi sono vicino. Per guardarvi negli occhi, carichi di paura e di attesa, che hanno visto violenza e povertà, occhi solcati da troppe lacrime. La migrazione è una crisi umanitaria che riguarda tutti. #ViaggioApostolico"
- "A noi, come Chiesa, è chiesto di essere lievito che fermenta nel nascondimento paziente dentro la pasta del mondo, grazie allo Spirito Santo. Il segreto del Regno di Dio è contenuto nelle cose piccole, in ciò che spesso non si vede e non fa rumore. #ViaggioApostolico"
- "Ecco l’atteggiamento del vero apostolo: andare avanti con fiducia, preferendo l’inquietudine delle situazioni inattese all’abitudine e alla ripetizione. Questo coraggio nasce dalla fiducia nella grandezza di Dio, che ama operare nella nostra piccolezza. #ViaggioApostolico"
- "Lo Spirito ci chiama oggi a risanare le ferite dell’umanità con l’olio della carità. Sviluppiamo insieme, cattolici e ortodossi, forme di cooperazione nella carità per servire gli uomini del nostro tempo e portare loro la consolazione del Vangelo. #ViaggioApostolico"
- "Invochiamo lo Spirito di comunione, perché ci sospinga nelle sue vie e ci aiuti a fondare la comunione non su calcoli, strategie e convenienze, ma sull’unico modello a cui guardare: la Santissima Trinità. #ViaggioApostolico"
- "Vorrei esortare a una visione comunitaria di fronte alla questione migratoria, a rivolgere attenzione ai più bisognosi perché, secondo le possibilità di ciascun Paese, siano accolti, promossi e integrati nel rispetto dei loro diritti umani e della loro dignità. #ViaggioApostolico"