giovedì 25 novembre 2021

Italia
L’alambicco del Generale (Confidenze sui carismi di un futuro Papa)

[Text: Italiano, Español]
(Alver Metalli - controluce blog) In questi tempi di spinta al cambiamento, dolorosi, provocanti, confusi anche, come sono momenti di questo tipo, mi è venuta alla mente una circostanza del passato che aiuta a far capire – mi sembra – la prospettiva innovatrice che contengono quelle lontane osservazioni. L’anno è il 2008, il mese luglio, il giorno il 22. Un martedì esattamente. In pieno centro di Buenos Aires, nella sede di una istituzione legata all’avvocatura, Bergoglio a quei tempi arcivescovo di Buenos Aires e presidente dell’episcopato argentino, accettava l’invito dei responsabili di Comunione e Liberazione di presentare un libro di don Giussani. Era la quarta volta[1] che lo faceva, e questa volta si trattava di Si può vivere così?, una antologia di dialoghi pubblicata nel 1994 che recava come sottotitolo “Uno strano approccio all’esistenza cristiana”. Anche in quell’occasione, come già nelle precedenti, Bergoglio premise che accettava gli inviti del movimento locale di C.L. per la gratitudine che sentiva verso Giussani. Quando ha conosciuto i suoi scritti – ha ripetuto – ha sentito che erano “per lui”, che gli “sistemavano la vita”. (...)