venerdì 17 settembre 2021

Polonia
La voce delle vittime di abuso

(Ewa Kusz - Vatican News)
Ewa Kusz, membro del comitato organizzativo dell’incontro regionale sulla protezione dei minori per l’Europa centrorientale a Varsavia, raccoglie le voci delle persone abusate dai sacerdoti.
Che cosa dicono, che cosa si aspettano dalla Chiesa, dalle “persone della Chiesa” coloro che nella Chiesa sono stati feriti? Dare una risposta univoca è difficile, perché ognuna delle vittime di abuso è diversa, ha una storia di vita diversa, sia prima che dopo il trauma. Alcune ne parlano subito, altre dopo qualche anno o anche molti anni dopo. Alcune hanno incontrato lungo il proprio percorso chi le ha aiutate, altre sono rimaste completamente sole con la loro sofferenza. I feriti parlano: alcuni rivendicano ad alta voce il diritto di parlare, di essere ascoltati, altri ne parlano con vergogna nella quiete di uno studio psicoterapeutico, o si confidano solo con i loro cari.