mercoledì 25 dicembre 2019

Sala stampa della Santa Sede
Alcune situazioni di crisi nel pensiero e nelle parole del Papa oggi: Medio Oriente - Siria - Iraq - Libano - Yemen - America Latina - Venezuela - Ucraina - Africa - Congo Democratico - Burkina Faso - Mali - Niger e Nigeria
***
[Text: Italiano, Français, English, Español, Português]
«Il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce» (Is 9,1).
Cari fratelli e sorelle, buon Natale!
Dal grembo della madre Chiesa, questa notte è nato nuovamente il Figlio di Dio fatto uomo. Il suo nome è Gesù, che significa Dio salva. Il Padre, Amore eterno e infinito, lo ha mandato nel mondo non per condannarlo, ma per salvarlo (cfr Gv 3,17). Il Padre lo ha dato, con immensa misericordia. Lo ha dato per tutti. Lo ha dato per sempre. Ed Egli è nato, come piccola fiammella accesa nel buio e nel freddo della notte.
Quel Bambino, nato dalla Vergine Maria, è la Parola di Dio fatta carne. La Parola che ha orientato il cuore e i passi di Abramo verso la terra promessa, e continua ad attirare coloro che si fidano delle promesse di Dio. La Parola che ha guidato gli ebrei nel cammino dalla schiavitù alla libertà, e continua a chiamare gli schiavi di ogni tempo, anche di oggi, ad uscire dalle loro prigioni. È Parola più luminosa del sole, incarnata in un piccolo figlio di uomo, Gesù, luce del mondo. (...)