lunedì 25 febbraio 2019

ONU
L’Onu denuncia un’ondata di xenofobia nel mondo
L'Osservatore Romano
Il mondo è alle prese con «una ondata di xenofobia, razzismo e intolleranza» e i diritti umani «stanno perdendo terreno a livello globale». Questo l’allarme lanciato oggi dal segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, nel suo discorso di apertura del Consiglio per i diritti umani dell’Onu a Ginevra.
Guterres ha espresso allarme di fronte a ciò che ha definito «un restringimento dello spazio civico», sottolineando che negli ultimi tre anni sono stati uccisi oltre 1000 tra giornalisti e attivisti per i diritti umani. «L’odio si sta spostando nel mainstream, nelle democrazie e nei sistemi autoritari», ha spiegato il segretario generale delle Nazioni Unite, chiedendo ai paesi membri di dare un contributo per costruire «una nuova strategia globale per combattere l’incitamento all’odio». Xenofobia e razzismo sono «una piaga crescente che ha avvelenato il dibattito sulle sfide cruciali come l’immigrazione». Alcuni importanti partiti politici e leader «stanno tagliando e incollando le idee dai margini della società per la loro stessa propaganda elettorale».
L'Osservatore Romano, 25-26 febbraio 2019