martedì 4 dicembre 2018

Italia pusc.it
Lunedì 10 dicembre l'Università ospita una Giornata di studio sul recente GDPR europeo e le implicazioni dello stesso regolamento per le istituzioni della Chiesa.  Sarà presente il Garante europeo della protezione dei dati Giovanni Buttarelli.  Il nuovo Regolamento dell’Unione Europea sulla protezione dei dati (GDPR) sta inaugurando un nuovo standard nella salvaguardia della privacy. E anche la Chiesa cattolica, dalle diocesi e parrocchie alle scuole e agli ospedali, è impegnata in questo ambito. A tale proposito, le Facoltà di Diritto Canonico e Comunicazione Istituzionale della Pontificia Università della Santa Croce organizzano, lunedì 10 dicembre 2018 (ore 8.30, Aula Magna “Giovanni Paolo II”), la Giornata di studio sul tema Chiesa e protezione dei dati personali.
Vi prenderanno parte esperti del diritto e della comunicazione oltre a vari operatori del settore, che condivideranno la propria conoscenza ed esperienza per illustrare le nuove esigenze derivate dal possesso dei dati personali nelle attività ecclesiali.
“Benché sia una normativa europea, la disciplina del GDPR sta definendo uno standard di riferimento per tutti i Paesi, interpellando le istituzioni religiose in tutto il mondo – spiega Davide Cito, membro del Comitato organizzatore. Ogni persona impegnata nel servizio ecclesiale necessita dunque di una conoscenza di base di questi provvedimenti per poter operare con competenza e trasparenza nel rispetto dei diritti di tutti”.
Tra i relatori, Giovanni Buttarelli, Garante Europeo della Protezione dei Dati (GEPD); Venerando Marano, del Dipartimento di giurisprudenza dell’Università Tor Vergata; e Andrea Sartori, Data Protection Officer della Diocesi di Roma.
Programma
Accredito per i giornalisti