giovedì 27 settembre 2018

(a cura Redazione "Il sismografo")
(LB) La Sala stampa della Santa Sede ha inviato una mail ai vaticanisti alle 18.17 in cui si legge: "Si comunica che il discorso del Santo Padre pronunciato nel corso dell'Udienza ai partecipanti al Corso di formazione promosso dalla Diocesi di Roma e dal Tribunale della Rota Romana (Boll 701) non ha subito variazioni e si può quindi diffondere".
Ma non è così.
Papa Francesco ha introdotto numerose e corpose aggiunte a braccio. In pratica si potrebbe dire che i discorsi sono due: quello preparato e letto con modifiche e poi le molte approfondite aggiunte.
Restiamo in attesa della correzione della precedente mail e quando possibile della trascrizione completa e integrale per non dare l'impressione che il discorso è solo quello che la Sala stampa ha autorizzato per la pubblicazione. Si sappia che quello è un testo non completo.