venerdì 9 marzo 2018

Vaticano
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Udienze, rinunce e nomine
*** Udienza del Santo Padre ai partecipanti al Corso sul Foro Interno
Francesco:
- "Il sacerdote confessore non è la fonte della Misericordia: ne è certo l’indispensabile strumento, ma sempre solo strumento! Questa consapevolezza deve favorire un’attenta vigilanza sul rischio di diventare i padroni delle coscienze"
Alle ore 11.15, nell’Aula Paolo VI, il Santo Padre Francesco riceve in Udienza i partecipanti al XXIX Corso sul Foro Interno, che si svolge a Roma, presso il Palazzo della Cancelleria, dal 5 al 9 marzo 2018. Discorso del Santo Padre:
Cari fratelli, buongiorno!
Vi saluto tutti cordialmente, ad iniziare dal Cardinale Mauro Piacenza, che ringrazio per le sue parole. Saluto tutta la famiglia della Penitenzieria Apostolica e i partecipanti al Corso sul Foro interno, che quest’anno, guardando al prossimo Sinodo sui giovani, ha affrontato il rapporto tra Confessione sacramentale e discernimento vocazionale. Si tratta di un tema quanto mai opportuno, che merita qualche riflessione che desidero condividere con voi.
(Testo)

*** Papa Francesco nei Paesi Baltici dal 22 al 25 settembre 2018
Accogliendo l’invito dei rispettivi Capi di Stato e Vescovi, Sua Santità Papa Francesco compirà un Viaggio Apostolico nei Paesi Baltici dal 22 al 25 settembre 2018, visitando le città di Vilnius e Kaunas in Lituania, Riga e Aglona in Lettonia e Tallinn in Estonia. Il programma del viaggio sarà pubblicato prossimamente.
Traduzione in lingua inglese
Welcoming the invitation of the respective heads of state and bishops, His Holiness Pope Francis will make an Apostolic Visit to the Baltic States from 22 to 25 September 2018, visiting the cities of Vilnius and Kaunas in Lithuania; Riga and Aglona in Latvia e Tallinn in Estonia. The program for the visit will be published shortly.
***  Le chiese nei Paesi Baltici che Francesco visiterà dal 22 al 25 settembre prossimo. Il logo e i motto in ogni Paese
a cura Redazione "Il sismografo"

*** Celebrazione della Penitenza presieduta dal Santo Padre Francesco
- Omelia del Santo Padre: "La condizione di debolezza e di confusione in cui ci pone il peccato, è un motivo in più perché Dio ci rimanga vicino. Questa certezza deve sempre accompagnarci nella vita"
Alle ore 17 di questo pomeriggio, nella Basilica Vaticana, il Santo Padre Francesco ha presieduto il Rito per la Riconciliazione di più penitenti con la confessione e l’assoluzione individuale. Pubblichiamo di seguito l’omelia che il Papa ha pronunciato nel corso della Celebrazione Penitenziale:
Omelia del Santo Padre
Cari fratelli e sorelle,
che grande gioia e consolazione ci viene offerta dalle parole di san Giovanni che abbiamo ascoltato: l’amore di Dio è tale da averci fatto diventare suoi figli, e quando lo potremo vedere faccia a faccia scopriremo ancora di più la grandezza di questo suo amore (cfr 1 Gv 3,1-10.19-22). Non solo. L’amore di Dio è sempre più grande di quanto possiamo immaginare, e si estende perfino oltre qualsiasi peccato la nostra coscienza possa rimproverarci. È un amore che non conosce limiti ed è privo di confini; non possiede quegli ostacoli che noi, al contrario, siamo soliti porre davanti a una persona, per la paura che venga a privarci della nostra libertà.
(Testo)
Tweet
- "Tra tante attività, spesso tralasciamo ciò che è essenziale: la vita spirituale, la nostra relazione con Dio. Fermiamoci a pregare!" 

 - "Nel sacramento della Riconciliazione troviamo la via per ritornare al Signore e riscoprire il senso della vita."