domenica 18 marzo 2018

Honduras
(a cura Redazione "Il sismografo")
(LB) Il cardinale Óscar Andrés Rodríguez Maradiaga, salesiano, arcivescovo di Tegucicalpa (Honduras), come è ben noto ha compiuto lo scorso 29 dicembre 75 anni e quindi, come da norma canonica, ha presentato subito la rinuncia alla guida dell'arcidiocesi. Ora, in queste ore, la stampa dell'Honduras pubblica diverse indiscrezioni secondo le quali Papa Francesco ha rifiutato questa rinuncia e perciò il porporato continuerà ancora qualche tempo - non definito - come ordinario della diocesi più importante del Paese centroamericano.
La stampa assicura che il Papa ha inviato una lettera al cardinale Óscar Andrés Rodríguez Maradiaga nella quale lo conferma nella sua carica. Lo stesso porporato avrebbe dichiarato: "Il Papa mi ha consegnato una lettera molto bella, autografa, dove mi dice che siccome la mia salute dopo l'intervento chirurgico va bene, ti voglio comunicare che dovrai restare dove sei".
Il cardinale Rodríguez Maradiaga ha ricevuto l'ordinazione sacerdotale in Guatemala il 28 giugno 1970. Si è laureato in teologia presso il Pontificio Ateneo Salesiano, a Roma, nel 1970. Si è laureato in teologia morale presso la Pontificia Università Lateranense nel 1974. Ha ottenuto il Diploma in psicologia clinica e in psicoterapia a Innsbruck, in Austria, nel 1975. Ha condotto gli studi di pianoforte nel Conservatorio di San Salvador, tra il 1960 e il 1963. Gli studi di armonia e di composizione li ha compiuti in Guatemala e a Newton (New Jersey, negli Stati Uniti d'America) tra il 1967e il 1970.
È stato eletto Vescovo titolare di Pudenziana e Ausiliare di Tegucigalpa il 28 ottobre 1978 ed ha ricevuto l'ordinazione episcopale a Tegucigalpa l'8 dicembre 1978. È stato Amministratore Apostolico della Diocesi di Santa Rosa de Copán, in Honduras, dal 1981 al 1984.
Nominato Arcivescovo di Tegucigalpa l'8 gennaio 1993, è stato anche Amministratore Apostolico della Diocesi di San Pedro Sula tra il 1993 e il 1995.
Vice-presidente di Caritas Honduras dal 1979 al 1988, è stato Segretario Generale della Conferenza Episcopale dell'Honduras (1980-1988) e dal 1997 è Presidente della Conferenza Episcopale dell'Honduras.
Nel Consiglio Episcopale Latinoamericano (CELAM) è stato Membro della Commissione Episcopale del Dipartimento di Educazione (1979-1981); Delegato della Conferenza Episcopale dell'Honduras (1979-1987); Responsabile della Sezione di Pastorale Giovanile, (1981-1985); Presidente del Dipartimento di Vita Consacrata (1985-1987); Responsabile del Segretariato della Pastorale della Mobilità Umana (1987-1991); Segretario generale (1987-1991); Presidente del Comitato Economico (1991-1995). È stato Presidente del CELAM dal 1995 al 1999.
Il 13 aprile 2013 Papa Francesco lo ha nominato Membro, con funzione di coordinatore, del gruppo di Cardinali per consigliarLo nel governo della Chiesa universale e per studiare un progetto di revisione della Costituzione Apostolica Pastor bonus sulla Curia Romana.
Dal B. Giovanni Paolo II creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 21 febbraio 2001, del Titolo di Santa Maria della Speranza.