domenica 11 febbraio 2018

Vaticano
Domenica 11 febbraio: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** L'Angelus di Papa Francesco
- "Per intercessione della Vergine Maria, chiediamo al Signore, che ha portato agli ammalati la salute, di sanare anche le nostre ferite interiori con la sua infinita misericordia"
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
In queste domeniche il Vangelo, secondo il racconto di Marco, ci presenta Gesù che guarisce i malati di ogni tipo. In tale contesto si colloca bene la Giornata Mondiale del Malato, che ricorre proprio oggi, 11 febbraio, memoria della Beata Vergine Maria di Lourdes.
Perciò, con lo sguardo del cuore rivolto alla grotta di Massabielle, contempliamo Gesù come vero medico dei corpi e delle anime, che Dio Padre ha mandato nel mondo per guarire l’umanità, segnata dal peccato e dalle sue conseguenze.

L’odierna pagina evangelica (cfr Mc 1,40-45) ci presenta la guarigione di un uomo malato di lebbra, patologia che nell’Antico Testamento veniva considerata una grave impurità e comportava la separazione del lebbroso dalla comunità. La sua condizione era veramente penosa, perché la mentalità del tempo lo faceva sentire impuro davanti a Dio e agli uomini. Perciò il lebbroso del Vangelo supplica Gesù con queste parole: «Se vuoi, puoi purificarmi!» (v. 40).
(Testo)
*** I saluti del Papa dopo l'Angelus
- Le sue preghiere per la Repubblica Democratica del Congo. Con un tablet il Papa si iscrive come primo pellegrino alla Giornata mondiale della gioventù (Pànama, 2019). Saluto ai Popoli che celebrano il Capadanno lunare.
Cari fratelli e sorelle,
Oggi si aprono le iscrizioni alla Giornata Mondiale della Gioventù, che si svolgerà a Panamá nel gennaio 2019. Anch’io, alla presenza di due giovani, adesso mi iscrivo tramite internet [clicca sul tablet]. Ecco, mi sono iscritto come pellegrino alla Giornata Mondiale della Gioventù. Invito tutti i giovani del mondo a vivere con fede e con entusiasmo questo evento di grazia e di fraternità sia recandosi a Panamá, sia partecipando nelle proprie comunità.
(Testo)
Tweet
 
- "I malati vengano sempre amati nella loro fragilità e rispettati nella loro inviolabile dignità."
- "Servire la vita umana è servire Dio e ogni vita, da quella nel grembo della madre a quella anziana, sofferente e malata."