martedì 16 gennaio 2018

(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Papa Francesco: "Ogni generazione deve far proprie le lotte e le conquiste delle generazioni precedenti e condurle a mete ancora più alte"
Incontro con le Autorità, con la Società Civile e con il Corpo Diplomatico del Cile nel Palacio de La Moneda a Santiago e Visita di cortesia al Presidente della Repubblica del Cile.
Questa mattina, lasciata la Nunziatura Apostolica di Santiago, il Santo Padre Francesco si è trasferito in auto al Palacio de La Moneda dove, alle ore 8.20 locali (12.20 ora di Roma), ha incontrato le Autorità, i rappresentanti della Società Civile e della Cultura e i Membri del Corpo Diplomatico. Al Suo arrivo Papa Francesco è stato accolto dalla Presidente della Repubblica del Cile, Sig.ra Michelle Bachelet Jeria.
- (...) Avete davanti una sfida grande e appassionante: continuare a lavorare perché la democrazia, il sogno dei vostri padri, ben al di là degli aspetti formali, sia veramente un luogo d’incontro per tutti. Che sia un luogo nel quale tutti, senza eccezioni, si sentano chiamati a costruire casa, famiglia e nazione. Un luogo, una casa, una famiglia, chiamata Cile"
- «Non posso fare a meno di esprimere il dolore e la vergogna che sento davanti al danno irreparabile causato a bambini da parte di ministri della Chiesa. Desidero unirmi ai miei fratelli nell’episcopato, perché è giusto chiedere perdono e appoggiare con tutte le forze le vittime, mentre dobbiamo impegnarci perché ciò non si ripeta»
Discorso del Santo Padre
[Text: Italiano, Español, English, Français, Português]
*** Viaggio Apostolico del Santo Padre Francesco in Cile e Perù (15 – 22 gennaio 2018) – Santa Messa nel Parque O’Higgins di Santiago del Cile. Omelia del Santo Padre:
- "Sì, beato tu e tu, beati voi che vi lasciate contagiare dallo Spirito di Dio e lottate e lavorate per questo nuovo giorno, per questo nuovo Cile, perché vostro sarà il regno dei cieli"
Lasciato il Palacio de La Moneda, il Santo Padre Francesco si è trasferito in auto al Parque O’Higgins. Al Suo arrivo, dopo un giro in papamobile tra i fedeli, alle ore 10.15 locali (14.15 ora di Roma), il Papa ha celebrato la Santa Messa.
Nel corso del Rito ha avuto luogo l’Incoronazione dell’Immagine della Beata Vergine Maria del Carmelo. Pubblichiamo di seguito l’omelia che il Santo Padre ha pronuncia dopo la proclamazione del Vangelo:
Omelia del Santo Padre
[Text: Italiano, Español, English, Français, Português]
*** Incontro con i Sacerdoti, i Religiosi, le Religiose, i Consacrati, le Consacrate e i Seminaristi nella Cattedrale di Santiago- "Che pedagogia quella di nostro Signore! Dal gesto profetico di Gesù alla Chiesa profetica che, lavata dal proprio peccato, non ha paura di andare a servire un’umanità ferita."
Questo pomeriggio, alle ore 17.15 locali (21.15 ora di Roma), il Santo Padre Francesco si è recato nella Cattedrale di Santiago per l’incontro con i Sacerdoti, i Religiosi, le Religiose, i Consacrati, le Consacrate ed i Seminaristi. Al Suo arrivo è stato accolto sul Sagrato dall’Arcivescovo di Santiago, Card. Ricardo Ezzati Andrello, S.D.B., e dal Capitolo Metropolitano che, attraverso la navata centrale, lo ha accompagnato alla Cappella del Santissimo, dove il Papa è rimasto in preghiera silenziosa.
Discorso del Santo Padre
[Text: Italiano, Français, English, Español, Português]
*** Incontro con i Vescovi del Cile nella Sagrestia della Cattedrale di Santiago.
- "Diciamolo chiaramente, i laici non sono i nostri servi, né i nostri impiegati. Non devono ripetere come “pappagalli” quello che diciamo"
[Text: Italiano, Español, English, Français, Português]
"La mancanza di consapevolezza di appartenere al Popolo di Dio come servitori, e non come padroni, ci può portare a una delle tentazioni che arrecano maggior danno al dinamismo missionario che siamo chiamati a promuovere: il clericalismo, che risulta una caricatura della vocazione ricevuta."
Discorso del Santo Padre
Visita al “Centro Penitenciario Femenino” di Santiago. Discorso del Santo Padre
- "Tutti sappiamo che molte volte, purtroppo, la pena del carcere si riduce soprattutto a un castigo, senza offrire strumenti adeguati per attivare processi. E questo non va bene."
Nel pomeriggio, lasciata la Nunziatura Apostolica, il Santo Padre si è trasferito in auto al “Centro Penitenciario Femenino” di Santiago. Al Suo arrivo, alle ore 16 locali (20 ora di Roma), il Papa è stato accolto, nei pressi della Cappella, dalla Comandante della struttura carceraria e dai 5 Cappellani. Dopo l’omaggio floreale di due recluse insieme ai loro bambini, Papa Francesco si è recato nella palestra del Centro dove si trovano la Suora responsabile della Pastorale e una rappresentanza di recluse. Dopo un breve indirizzo di saluto della responsabile della Pastorale, la testimonianza di una detenuta e l’esecuzione di un canto del coro del carcere, il Santo Padre ha pronunciato un saluto. Dopo lo scambio dei doni ed una foto con le Guardie Carcerarie, il Papa si è recato in auto alla Cattedrale di Santiago. Pubblichiamo di seguito il discorso che il Papa ha pronunciato nel corso della visita al “Centro Penitenciario Femenino”:
Discorso del Santo Padre
Traduzione in lingua italiana
Care sorelle e fratelli,
Grazie. Grazie per quello che avete fatto, e grazie per l’opportunità che mi offrite di potervi visitare: per me è importante condividere questo tempo con voi e poter essere più vicino a tanti nostri fratelli che oggi sono privi della libertà.
[Text: Italiano, Español, Français, English, Português]
*** Parole del Papa nel volo Roma-Santiago
Testo

*** Visita privata al Santuario di S. Alberto Hurtado, S.I., e Incontro privato con i Sacerdoti della Compagnia di GesùSala stampa della Santa Sede


*** Il Presidente turco Tayyip Erdogan in Vaticano
Sala stampa della Santa Sede
In risposta alle domande di alcuni giornalisti, la Sala Stampa della Santa Sede conferma che nella mattina di lunedì 5 febbraio, il Presidente turco Tayyip Erdogan sarà ricevuto in Udienza dal Santo Padre nella Biblioteca del Palazzo Apostolico Vaticano.
Tweet
-  "Chiediamo a Dio il coraggio di chiedere perdono e la capacità di imparare ad ascoltare quello che Lui ci sta dicendo."