venerdì 29 dicembre 2017

Vaticano
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Rinunce e nomine
*** Papa Francesco e Presidente della Turchia
La Santa Sede tramite la Sala stampa ha confermato un colloquio telefonico tra il Santo Padre e il Presidente della Turchia, nel corso della mattina di oggi e per volere del governante turco.
*** Udienza ai Membri dell’Associazione Teologica Italiana. Discorso del Santo Padre  
Alle ore 12 di questa mattina, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i membri dell’Associazione Teologica Italiana in occasione del 50° anniversario della sua fondazione. Pubblichiamo di seguito il discorso che il Papa ha rivolto ai presenti all’incontro:Discorso del Santo Padre
Cari fratelli e sorelle,
vi do il benvenuto e ringrazio il vostro Presidente per le sue parole. In questi giorni siamo immersi nella contemplazione gioiosa del mistero del nostro Dio, che si è a tal punto coinvolto e compromesso con la nostra povera umanità da inviarvi il suo Figlio e da prendere, in Lui, la nostra fragile carne. Ogni pensiero teologico cristiano non può che cominciare sempre e incessantemente da qui, in una riflessione che non esaurirà mai la sorgente viva dell’Amore divino, che si è lasciato toccare, guardare e assaporare nella greppia di Betlemme.
Nel 2017 l’Associazione Teologica Italiana ha compiuto mezzo secolo. Mi è gradito unirmi a voi nel rendere grazie al Signore per quanti hanno avuto il coraggio, cinquant’anni fa, di prendere l’iniziativa di dare vita all’ATI; per quanti vi hanno aderito in questo tempo, offrendo la loro presenza, la loro intelligenza e lo sforzo di una riflessione libera e responsabile; e soprattutto per l’apporto che la vostra Associazione ha dato allo sviluppo teologico e alla vita della Chiesa, con una ricerca che si è sempre proposta – con lo sforzo critico che le compete – di essere in sintonia con le tappe fondamentali e le sfide della vita ecclesiale italiana.
(Testo)
Tweet "La modestia è una virtù essenziale per chi vuole essere conforme a Gesù, mite e umile di cuore.")