sabato 21 ottobre 2017

Vaticano
Sabato 21 ottobre: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Udienza del Santo Padre alla Comunità del Pontificio Collegio Pio Brasiliano di Roma. Discorso del Papa
- Ma come è possibile allora mantenere l’equilibrio tra i quattro pilastri fondamentali della vita sacerdotale?
Alle ore 11.00 di questa mattina, nella Sala del Concistoro del Palazzo Apostolico, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza la Comunità del Pontificio Collegio Pio Brasiliano di Roma, in occasione del trecentesimo anniversario del ritrovamento della venerata Immagine di Nostra Signora Aparecida.
Discorso del Santo Padre
Cari fratelli e sorelle,
vi accolgo oggi, in occasione dei trecento anni del ritrovamento della venerata Immagine di Nostra Signora Aparecida. Ringrazio il Cardinale Sérgio da Rocha per le parole che mi ha rivolto a nome di tutta la comunità sacerdotale del Pontificio Collegio Pio Brasiliano, come pure delle religiose e dei dipendenti che collaborano per rendere questa casa “un piccolo pezzo di Brasile a Roma”.
Com’è importante sentirsi in un ambiente accogliente, ogni volta che ci troviamo lontani dalla nostra terra e presi dalla nostalgia (saudades)! Un ambiente così aiuta anche a superare le difficoltà nell’adattarsi a una situazione in cui l’attività pastorale non è più il centro della giornata.
*** Udienza ai Partecipanti al Convegno promosso dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione. Discorso del Santo Padre
Alle ore 11.30 di oggi, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i Partecipanti al Convegno Catechesi e persone con disabilità: un’attenzione necessaria nella vita quotidiana della Chiesa, promosso dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, in occasione del 25.mo anniversario di promulgazione del Catechismo della Chiesa Cattolica, che ha luogo presso la Pontificia Università Urbaniana a Roma, dal 20 al 22 ottobre 2017. Pubblichiamo di seguito il discorso che il Papa ha rivolto ai presenti nel corso dell’incontro:
Discorso del Santo Padre
Cari fratelli e sorelle,
Mi rallegra incontrarvi, soprattutto perché in questi giorni avete affrontato un tema di grande importanza per la vita della Chiesa nella sua opera di evangelizzazione e formazione cristiana: La catechesi e le persone con disabilità. Ringrazio S.E. Mons. Fisichella per la sua introduzione, il Dicastero da lui presieduto per il suo servizio e tutti voi per il vostro lavoro in questo campo.
Conosciamo il grande sviluppo che nel corso degli ultimi decenni si è avuto nei confronti della disabilità. La crescita nella consapevolezza della dignità di ogni persona, soprattutto di quelle più deboli, ha portato ad assumere posizioni coraggiose per l’inclusione di quanti vivono con diverse forme di handicap, perché nessuno si senta straniero in casa propria. Eppure, a livello culturale permangono ancora espressioni che ledono la dignità di queste persone per il prevalere di una falsa concezione della vita. Una visione spesso narcisistica e utilitaristica porta, purtroppo, non pochi a considerare come marginali le persone con disabilità, senza cogliere in esse la multiforme ricchezza umana e spirituale. E’ ancora troppo forte nella mentalità comune un atteggiamento di rifiuto di questa condizione, come se essa impedisse di essere felici e di realizzare sé stessi. Lo prova la tendenza eugenetica a sopprimere i nascituri che presentano qualche forma di imperfezione.
*** Comunicato del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani. In Vaticano il Patriarca greco ortodosso di Gerusalemme Sua Beatitudine Theophilos III
Sala stampa della Santa Sede
Tweet
- "La Chiesa è davvero viva se è materna, missionaria ed esce incontro al prossimo."