mercoledì 20 settembre 2017

Vaticano
Mercoledì 20 settembre: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Udienza del Papa oggi al Dottor Muhammad al-Issa, Segretario Generale della Lega Musulmana Mondiale
*** L'Udienza generale di Papa Francesco
- "Non credere che alla fine dell’esistenza ci aspetti il naufragio: in noi palpita un seme di assoluto. Dio non delude"
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
La catechesi di oggi ha per tema: “educare alla speranza”. E per questo io la rivolgerò direttamente, con il “tu”, immaginando di parlare come educatore, come padre a un giovane, o a qualsiasi persona aperta ad imparare.
Pensa, lì dove Dio ti ha seminato, spera! Sempre spera.
Non arrenderti alla notte: ricorda che il primo nemico da sottomettere non è fuori di te: è dentro. Pertanto, non concedere spazio ai pensieri amari, oscuri. Questo mondo è il primo miracolo che Dio ha fatto, e Dio ha messo nelle nostre mani la grazia di nuovi prodigi. Fede e speranza procedono insieme.
Credi all’esistenza delle verità più alte e più belle. Confida in Dio Creatore, nello Spirito Santo che muove tutto verso il bene, nell’abbraccio di Cristo che attende ogni uomo alla fine della sua esistenza; credi, Lui ti aspetta. Il mondo cammina grazie allo sguardo di tanti uomini che hanno aperto brecce, che hanno costruito ponti, che hanno sognato e creduto; anche quando intorno a sé sentivano parole di derisione.
*** Le preghiere di Papa Francesco e la sua solidarietà con il popolo messicano colpito da un grave terremoto
Ecco, in spagnolo, le parole del Papa oggi a proposito del terremoto che ha colpito la zona centrale del Messico causando numerose vittime, feriti e danni:
*** Papa Francesco: udienza, “vicinanza” e “preghiera” per “terribile terremoto” in Messico
SIR
Tweet
- "La speranza è la virtù di un cuore che non si chiude nel buio, non si ferma al passato, ma sa vedere il domani."