domenica 24 settembre 2017

Vaticano
Domenica 24 settembre: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** L'Angelus del Papa
- "Dio che non esclude nessuno e vuole che ciascuno raggiunga la sua pienezza"
Oggi alle 9.30 del mattino Papa Francesco celebrò la Santa Messa presso la Grotta di Lourdes nei Giardini Vaticani per il il Corpo della Gendarmeria.
***
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Nell’odierna pagina evangelica (cfr Mt 20,1-16) troviamo la parabola dei lavoratori chiamati a giornata, che Gesù racconta per comunicare due aspetti del Regno di Dio: il primo, che Dio vuole chiamare tutti a lavorare per il suo Regno; il secondo, che alla fine vuole dare a tutti la stessa ricompensa, cioè la salvezza, la vita eterna.
Il padrone di una vigna, che rappresenta Dio, esce all’alba e ingaggia un gruppo di lavoratori, concordando con loro il salario di un denaro per la giornata. Un salario giusto. Poi esce anche nelle ore successive, fino al tardo pomeriggio, per assumere altri operai che vede disoccupati.
Al termine della giornata, il padrone ordina che sia dato un denaro a tutti, anche a quelli che avevano lavorato poche ore. Naturalmente, gli operai assunti per primi si lamentano, perché si vedono pagati allo stesso modo di quelli che hanno lavorato di meno. Il padrone, però, ricorda loro che hanno ricevuto quello che era stato pattuito; se poi Lui vuole essere generoso con gli altri, loro non devono essere invidiosi.
(Testo)
*** I saluti del Santo Padre dopo l'Angelus. Il ricordo della beatificazione di padre Francis Rother
Cari fratelli e sorelle,
ieri, a Oklahoma City (Stati Uniti d’America), è stato proclamato Beato Stanley Francis Rother, sacerdote missionario, ucciso in odio alla fede per la sua opera di evangelizzazione e promozione umana in favore dei più poveri in Guatemala. Il suo esempio eroico ci aiuti ad essere coraggiosi testimoni del Vangelo, impegnandoci in favore della dignità dell’uomo.
Saluto con affetto tutti voi, romani e pellegrini provenienti da diversi Paesi. In particolare saluto il coro della Missione Cattolica italiana di Berna, la comunità romana di Comunione e Liberazione, i fedeli di Villadossola, Offanengo e Nola. A tutti auguro una buona domenica. E per favore, non dimenticatevi di pregare per me. Buon pranzo e arrivederci!

***  Comunicato della Sala Stampa della Santa Sede. Vicenda del dott. Libero Milone
La Santa Sede prende atto con sorpresa e rammarico delle dichiarazioni rilasciate dal Dott. Libero Milone, già Revisore Generale. In questo modo egli è venuto meno all’accordo di tenere riservati i motivi delle sue dimissioni dall’Ufficio. Si ricorda che, in base agli Statuti, il compito del Revisore Generale è quello di analizzare i bilanci e i conti della Santa Sede e delle amministrazioni collegate. Risulta purtroppo che l’Ufficio diretto dal Dott. Milone, esulando dalle sue competenze, ha incaricato illegalmente una Società esterna per svolgere attività investigative sulla vita privata di esponenti della Santa Sede.
Questo, oltre a costituire un reato, ha irrimediabilmente incrinato la fiducia riposta nel Dott. Milone, il quale, messo davanti alle sue responsabilità, ha accettato liberamente di rassegnare le dimissioni. Si assicura, infine, che le indagini sono state condotte con ogni scrupolo e nel rispetto della persona.
Tweet

- "La gioia si moltiplica condividendola!"