lunedì 14 agosto 2017

Vaticano
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Papa Francesco: "Serve un impegno sempre più generoso nel favorire la cultura dell’accoglienza e della solidarietà"
Com'era prevedibile ci è voluto poco tempo perché Papa Francesco, in prima persona, con la sua firma, senza polemiche, tornasse a precisare con chiarezza il suo pensiero, e il suo magistero, sul fenomeno migratorio e in particolare sull'accoglienza degli immigranti. Da giorni, diverse testate e autori si sforzano per far passare l'idea di una presunta svolta del Papa e dei vescovi italiani, ora quasi "condicendenti" con le politiche del governo del Premier Gentiloni e del suo Ministro degli Interni.
"Serve un impegno sempre più generoso nel favorire la cultura dell’accoglienza e della solidarietà" ... Un servizio della Radio Vaticana ricorda: "E’ quanto afferma Papa Francesco nel messaggio indirizzato ai partecipanti all’incontro internazionale “Mediterraneo: un porto di fraternità”, promosso dalla diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca, con il sostegno di numero istituzioni e realtà associative. Evento che si conclude oggi e al quale hanno preso parte 250 giovani di 31 Paesi.
Nel messaggio inviato al vescovo locale, Vito Angiuli, il Papa incoraggia la comunità cristiana e i giovani dei Paesi mediterranei, “come pure tutte le persone di buona volontà, a considerare la presenza di tanti fratelli e sorelle migranti un’opportunità di crescita umana, di incontro e di dialogo, come anche un’occasione per annunciare e testimoniare il Vangelo della carità. Il Papa elogia dunque l’iniziativa che sfocerà nella firma della “Carta di Leuca”, documento con il quale i giovani presenti all’incontro chiedono ai potenti della terra di promuovere la pace, mettere al bando le armi e impegnarsi concretamente per l’apertura di corridoi umanitari per le popolazioni che fuggono dalla guerra."
LETTERA DEL PAPA
Al Caro Fratello
Mons. VITO ANGIULI
Vescovo di Ugento-S. Maria di Leuca
In occasione dell'incontro internazionale "Mediterraneo: un porto di fraternità", promosso da codesta Diocesi con il sostegno delle Istituzioni e di realtà associative, desidero esprimere il mio apprezzamento e la mia spirituale partecipazione, ed auspico che il significativo evento susciti un impegno sempre più generoso nel favorire la cultura dell'accoglienza e della solidarietà  promuovendo così la pace e la fraternità tra i popoli.
Incoraggio la comunità cristiana di codesto territorio, i giovani provenienti dai Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, come pure tutte le persone di buona volontà, a considerare la presenza di tanti fratelli e sorelle migranti un'opportunità di crescita umana, di incontro e di dialogo, come anche un'occasione per annunciare e testimoniare il Vangelo della carità.
Con tali sentimenti, incoraggio a proseguire con generosità sulle vie del bene e, mentre invoco la materna protezione della Vergine Maria sui partecipanti alla benemerita iniziativa, che sfocerà nella firma della "Carta di Leuca", di cuore invio la Benedizione Apostolica,
Dal Vaticano, 5 agosto 2017
Franciscus
*** Perù. Logo e motto del Viaggio Apostolico del Santo Padre Francesco in Perú (18-21 gennaio 2018) - Unidos por la esperanza
Tweet
-  "Il cammino di affidarsi al Signore incomincia tutti i giorni, dal mattino in poi."