domenica 13 agosto 2017

Corriere della Sera
L’arcivescovo Zuppi parla della visita del Pontefice, dello sgombero, dell’accoglienza e del lavoro a Ferragosto. Dopo aver recitato i Salmi per Ustica, l’arcivescovo Matteo Maria Zuppi si prepara a celebrare il Ferragosto. Con lo sguardo sempre attento sulla città. «Abbiamo davanti tante sfide, tutte entusiasmanti», confida con sorriso sornione. Monsignore, lo sgombero di Làbas ha diviso la città. Ora si lavora all’ipotesi Staveco come possibile sede. Cosa ne pensa? «Siamo entrati in contatto con i ragazzi di (...)