venerdì 11 agosto 2017

Italia
Avvenire
(Giacomo Gambassi) Il presidente della Cei: «Non fornire il pretesto di collaborare con i trafficanti di carne umana». Su precarietà e famiglia: «Fare di tutto perché non manchi il lavoro e il pane alle famiglie». Li chiama i «miei profughi». E sono più di 100 quelli che da arcivescovo ospita a Perugia. «Con loro ci parlo. E sento le loro storie raccapriccianti, che fanno piangere», spiega il presidente della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti. (...)