martedì 18 luglio 2017

Il Mattino
“Vado in Russia come collaboratore del Papa. Come collaboratore di colui che vuole costruire ponti per far crescere, nel mondo, la capacità di comprendersi, capirsi, dialogare. Per costruire un clima e un ambiente di giustizia e di pace”. Così il Segretario di Stato delle Santa Sede, il Card. Pietro Parolin, alla vigilia del suo viaggio, in agosto, in Russia, nello speciale di Rai Vaticano, “Francesco, il Papa del dialogo”, a cura di Massimo Milone, in onda su Raiuno, mercoledì 19 luglio ore 24.00 (Replica su Rai Storia, domenica 23 luglio, ore 12.00 e, per l’estero, sui canali di Rai Italia). Il reportage è di Nicola Vicenti. Fitta l’agenda del Segretario di Stato che incontrerà Putin. “Mi lascerò guidare dallo Spirito. Questo viaggio, capisco, suscita interesse nell’opinione pubblica. Costruire ponti, nel caso della Russia, - spiega Parolin – è condividere relazioni bilaterali che già esistono e che toccano l’attività della Chiesa Cattolica e il dialogo con la Chiesa Ortodossa. Ma non si potrà non affrontare il contesto di attività internazionali dove la Russia ha una più attiva presenza, come il tema del Medio Oriente e della Siria o dell’Ucraina, Paese dove mi sono recato lo scorso anno”. (...)