domenica 16 luglio 2017

Settimana News
(Maria Teresa Pontara Pederiva) Il «pensatore trentino» di cui parla mons. Lauro Tisi in «La vita è bella», il filosofo che «si ripromette di colmare un deficit di pensiero, a suo giudizio, sull’atto iniziale della nostra vita» sottolineando come il concetto di «relazione» non sia un optional o una scelta di tipo morale, bensì una caratteristica esistenziale dell’umano, è Silvano Zucal, 60 anni originario della valle di Non, professore associato di Filosofia teoretica all’Università di Trento. È in libreria il suo ultimo libro Filosofia della nascita edito per i tipi dell’editrice Morcelliana dove è coordinatore scientifico dell’Opera omnia di Romano Guardini. (...)