domenica 23 luglio 2017

Corriere della Sera
(Chiara Montini Matricardi) La nipote Chiara: «Non era una persone triste ma una presenza dolce, gioiosa e paterna. All’Arici non era facile portare un cognome del genere». La beatificazione di Paolo VI, il 19 ottobre 2014, mi ha chiamato più volte in causa facendomi riflettere non solo sulla grandezza di Giovanni Battista Montini ma sul privilegio e l’onore di essere io nata e cresciuta in una famiglia così eccezionale. La mia natura e il mio stile di vita sono da sempre contrassegnati dalla riservatezza e da una sorta di timidezza che nel corso degli anni hanno costruito quasi un muro o meglio un velo dietro al quale tenevo i miei ricordi, le mie esperienze, gli insegnamenti ricevuti attraverso altissimi esempi.
(Foto - Un momento di svago del pontefice a Castel Gandolfo, da sinistra Francesco Montini, papa Paolo VI Giovan Battista Montini, Camilla Cantoni Marca, Chiara ed Elisabetta Montini vestite di bianco, Lina Colombo Libretti. In secondo piano, Giuseppe Libretti) (...)