venerdì 28 luglio 2017

Tv2000
Il presidente della Cei al Tg2000: “Vivo apprezzamento ai genitori per la testimonianza. Non li lasceremo senza affetto e preghiera”. “Sentiamo il piccolo Charlie come nostro figlio”. Lo ha detto il presidente della Cei, il card. Gualtiero Bassetti, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, commentando la morte del piccolo Charlie Gard. “Il primo sentimento – ha aggiunto il card. Bassetti - è di vicinanza umana e cristiana ai genitori, ai quali vorrei dire: ‘Carissimi non vi lasceremo mai privi del nostro affetto e della nostra preghiera’. Accanto a questo il più vivo apprezzamento per la testimonianza che essi ci hanno dato, lottando con tutti i mezzi e le loro forze per assicurare le cure e la stessa vita al loro figlio. Questo vicenda ancora una volta ci insegna a non arrenderci mai e come ho detto altre volte a custodire, difendere, promuovere la vita della persona dalla nascita fino alla sua conclusione”.
“Auspico – ha concluso il card. Bassetti - che questo piccolo angelo dal cielo possa davvero prima di tutto sostenere i suoi cari in questa prova difficilissima e possa anche essere vicino a tante famiglie soprattutto dove la sofferenza e talvolta la disperazione sono più forti”.