sabato 29 luglio 2017

Colombia
(a cura Redazione "Il sismografo")
Area del Parco per i raduni di massa
(Luis Badilla - Francesco Gagliano - ©copyright) Il pomeriggio del 7 settembre, presso il grande Parco "Simón Bolívar" della capitale, Papa Francesco presiederà la sua prima Eucaristia in Colombia e così si concluderà la seconda giornata colombiana del Santo Padre. Il giorno dopo, venerdì 8, Francesco, in aereo si trasferirà alla città di Villavicencio e qui celebrerà la sua seconda Eucaristia.
Parco "Simón Bolívar"
Come detto la Celebrazione Eucaristica che, per poter accogliere quanti più fedeli possibile, si terrà nel parco dedicato a Simón Bolívar. (1) Quest'area verde è la più grande di tutta la capitale, sorge nel centro geografico della città ed è il suo polmone verde, ricco di varietà di flora e fauna. In realtà la struttura del "mega-parco" non è unitaria ma composta da una sistema di parchi più piccoli articolati tra loro.
I terreni dove si sviluppa il parco appartenevano alla tenuta El Salitre, di proprietà di José Joaquín Vargas che la lasciò in eredità alla municipalità al momento della sua morte, nel 1936. Il parco vero e proprio è stato allestito dal 1966 e nelle precedenti visite dei Pontefici (Paolo VI nel 1968 e Giovanni Paolo II nel 1986) è stato arricchito con due piccoli templi per la celebrazione della messa.
Il parco oggi ha una ricca infrastruttura di piste ciclabili, pedonali, parcheggi per veicoli e una vasta piazza per gli eventi che può contenere fino a 140.000 persone.
Con la legge 31 del 1979 il Parco è stato ufficialmente intestato a Simón Bolívar, per preparare i festeggiamenti del 200esimo anniversario della nascita, che sarebbero cominciati 4 anni più tardi.
Il Parco si articola nei seguenti "sottoparchi": Parco Centrale Simón Bolívar (la principale zona verde estesa per 113 ettari); Parco del Lago o "Los Novios" (23 ettari che ospitano strutture sportive anche acquatici vista la presenza del lago); Parco el Salitre (con strutture meccaniche in stile luna park; Parco ricreativo sportivo El Salitre (è l'area adibita alle attività sportive del parco el Salitre).
*** 
(1) Simón Bolívar (voci della Treccani)
Patriota, liberatore dell'America spagnola (Caracas 1783 - San Pedro Alessandrino, Santa Marta, 1830). Terminò i suoi studî in Europa. Tornato in America, scoppiata nell'aprile 1810 la rivoluzione antispagnola, B. fu inviato dalla Giunta rivoluzionaria delegato a Londra, per ottenere la mediazione inglese. Fallita la missione, proclamato il Venezuela indipendente (5 luglio 1811), l'anno successivo, dopo la riconquista spagnola del paese, dovette rifugiarsi nella Nuova Granada e - a capo delle truppe di questa - invase il Venezuela liberandolo definitivamente dalla Spagna (1813). Dittatore (libertador) del Venezuela (1814), il suo potere subì frequenti eclissi: dinanzi alle forze del realista J. T. Boves dovette riparare nuovamente nella Nuova Granada, poi, per contrasti politici, in Giamaica e in Haiti. Tornato nel 1817, organizzò la repubblica venezuelana e, da allora, la sua azione fu un susseguirsi di successi: liberò la regione di Bogotá e coi territorî del Venezuela, della Nuova Granada e dell'Ecuador creò la repubblica della Grande Colombia, di cui fu nominato presidente (17 dic. 1819). Assicurata definitivamente l'indipendenza del Venezuela (vittoria di Carabobo, 21 giugno 1821), l'anno successivo cacciava gli Spagnoli dall'Ecuador, poi, in collaborazione con J. de San Martín, dal Perù e dall'Alto Perù, che, dichiaratosi il 6 ag. 1825 indipendente col nome di Repubblica Bolívar, poi mutato in quello di Bolivia, proclamò presidente il suo liberatore. Propostosi il disegno di una federazione del Perù, della Colombia e della Bolivia, incontrò aspre resistenze e, per un attentato (1828), fu costretto a fuggire da Bogotá; nel 1829 impose con le armi al Perù la frontiera, e il Venezuela si staccò dalla Colombia. Abbandonata allora ogni carica (20 gennaio 1830), passò a Cartagena; qui lo raggiunse la notizia di un moto a lui favorevole e del suo richiamo, ma sulla via del ritorno morì.
*** 
(1) Viaggio Apostolico di Sua Santità Francesco in Colombia (6-11 settembre 2017) - Programma
(2) Papa Francesco in Colombia: 4 città, 12 allocuzioni e 21.178 km (andata e ritorno)
(3) Colombia. Il quinto pellegrinaggio di Papa Francesco in America Latina. Nel ricordo di Paolo VI e del suo insegnamento: “Lo sviluppo è il nuovo nome della pace”
(4) Papa Francesco in Colombia. Un terzo Pontefice visita la capitale dopo Paolo VI (1968) e Giovanni Paolo II (1986)