venerdì 17 giugno 2016

(a cura Redazione "Il sismografo")
Proseguendo la sua visita in Ucraina, oggi a Kiev, la capitale, il Segretario di Stato cardinale Pietro Parolin ha dedicato la prima parte della giornata agli incontri di cortesia e quindi ha avuto colloqui prima con Il Ministro degli Affari esteri, Pavlo Klimkin, e poi con il Presidente della Rada (Parlamento), Andriy Paruby. Alla fine della mattinata c'è stato l'incontro con il Presidente della Repubblica Petro Oleksijovyč Porošenko. Nel pomeriggio il cardinale Parolin ha fatto visita alla Cattedrale della Risurrezione e poi ha preso parte ad un incontro con sfollati.

In tutti gli incontri, secondo riferisce la stampa locale, il cardinale Segretario di Stato ha ricevuto espressioni di gratitudine da trasmettere al Papa e alla Chiesa per il suo impegno umanitario. In particolare le autorità hanno ringraziato per la Colletta per l'aiuto alle popolazioni ucraine ma anche la costante attenzione sulla situazione che, è stato detto, aiuta a mantenere viva la delicata questione nell'opinione pubblica.