martedì 21 giugno 2016

caffestoria.it
(Simone M. Varisco) Di genocidio si è tornati a parlare in vista del viaggio apostolico di papa Francesco in Armenia. C’è il genocidio degli armeni, riconosciuto dalla Germania, negato dalla Turchia e che ha provocato le inaudite scuse del vicario del Patriarcato armeno a Istanbul. Ma anche l’eccidio dimenticato di Khojaly, nella guerra fra Armenia e Azerbaigian. Un’insidia che attende il Papa in autunno. «A me non piace quando si parla di un genocidio di cristiani, per esempio in Medio Oriente: è un riduzionismo». (...)