martedì 5 aprile 2016

Grecia
Papa Francesco e il Patriarca Bartolomeo insieme a Lesbo il 15 aprile
( a cura Redazione "Il sismgrafo")
(LB - FG) Papa Francesco potrebbe recarsi sull'isola di Lesbo, in Grecia, prossimamente insieme con il Patriarca Bartolomeo. Secondo fonti greche (Dogma.gr) Papa Francesco e il Patriarca Bartolomeo potrebbero recarsi sull'isola il prossimo 15 aprile a seguito di una proposta da parte di Hyeronimus, arcivescovo di Atene e di tutta la Grecia, che ha avuto il sostegno del Santo Sinodo deella chiesa Grecia. Ovviamente l'iniziativa rientra nelle intenzioni del Papa e del Patriarca di mantenere alta l'attenzione e la sensibilità dei cristiani, nonché della comunità internazionale, di fronte alla grave emergenza migratoria. per ora la notizia non è stata confermata da fonti vaticane. Solo la stampa greca sta sottolineando in queste ore l'iniziativa del patriarca Hyeronimus che il mese scorso, oltre a recarsi tra i rifugiati presenti al porto del Pireo, ha inviato una lettera alle istituzioni europee nonché ad altri capi religiosi ortodossi per sensibilizzare queste comunità su quello che ha definito "un dramma per tutta l'Europa". Se queste informazioni dovessero essere confermate e il Santo Padre dovesse recarsi su Lesbo si tratterebbe del secondo viaggio compiuto insieme da Bartolomeo e Francesco dopo quello in Terra Santa del maggio 2014 e del secondo di un Papa in Grecia, visitata nel maggio 2001 da s. Giovanni Paolo II. 
Da ricordare che questo sarebbe il secondo viaggio di Papa Francesco a un'isola del  Mediterraneo per incontra profughi e rifugiati dopo quello dell'8 luglio 2013 a Lampedusa dove celebrò la messa nel campo sportivo "Arena".
L'isola di Lesbo si trova nell'Egeo nord orientale di fronte alla penisola anatolica e il suo centro principale è Mitilene. Proprio per questa sua posizione geografica l'isola, da almeno 2 anni, è un centro nevralgico per i profughi siriani che attraversano parte della Turchia per recarsi in Europa. Con i suoi 1630 kmq. Lesbo è la terza isola greca per superficie e l'ottava del Mediterraneo. Secondo un censimento del 2001 gli aitanti erano quasi 91.000