martedì 2 novembre 2021

Vaticano
Martedì 2 novembre: la giornata del Papa

(a cura Redazione "ll sismografo")
*** Commemorazione di tutti i fedeli defunti – Santa Messa
Alle ore 11 di questa mattina, nella Commemorazione di tutti i fedeli defunti, il Santo Padre Francesco ha presieduto la Santa Messa nel Cimitero Militare Francese in Roma. Al Suo arrivo, il Papa ha deposto dei fiori bianchi su alcune tombe e si è raccolto in un momento di preghiera su una tomba anonima. Quindi, prima di arrivare all’altare, ha salutato un gruppo di bambini con i familiari. Pubblichiamo di seguito la trascrizione dell’omelia che il Papa ha pronunciato a braccio dopo la proclamazione del Vangelo:
Omelia del Santo Padre
Sala stampa della Santa Sede

*** Messaggio del Santo Padre Francesco, a firma del Segretario di Stato Pietro Parolin, alla Sessione inaugurale dell’Incontro Globale della FAO sull’eliminazione del lavoro minorile in agricoltura
Sala stampa della Santa Sede
*** Messaggio del Santo Padre Francesco alla Sessione della Conferenza delle Parti alla Convenzione-Quadro dell’ONU sui cambiamenti climatici (COP26) a Glasgow
[Text: English, Italiano](Sala stampa della Santa Sede) Pubblichiamo di seguito il Messaggio che il Santo Padre Francesco invia a S.E. il Sig. Alok Sharma, Presidente della COP26, alla 26ma Sessione della Conferenza delle Parti alla ConvenzioneQuadro dell’ONU sui cambiamenti climatici (COP26), in corso a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre 2021, il cui testo sarà letto dal Segretario di Stato, l’Em.mo Card. Pietro Parolin, Capo della Delegazione della Santa Sede:
Messaggio del Santo Padre
Tweet
- "Tu che passi, pensa, dei tuoi passi, all’ultimo passo”: che sia in pace. Queste tombe sono un messaggio di pace: “Fermatevi, fratelli e sorelle, fermatevi! Fermatevi, fabbricatori di armi, fermatevi!”.
- “Tu che passi, pensa, dei tuoi passi, all’ultimo passo”: che sia in pace. Queste tombe sono un messaggio di pace: “Fermatevi, fratelli e sorelle, fermatevi! Fermatevi, fabbricatori di armi, fermatevi!”."
- "In Cristo c’è una misteriosa solidarietà tra quanti sono passati all’altra vita e noi pellegrini in questa: i nostri cari defunti, dal Cielo continuano a prendersi cura di noi. Loro pregano per noi e noi preghiamo con loro".