mercoledì 24 novembre 2021

Italia
Monsignor Bruno Forte: "La vita non è mai disponibile. Provo turbamento ma anche rispetto"

(Luigi Accattoli, Corriere della Sera)
Valori inviolabili. Anche la coscienza è inviolabile ed è necessario evitare ogni accanimento terapeutico -- "Di fronte un'ultimativa volontà di morire il credente resta sempre profondamente turbato sia che quella volontà venga espressa da un singolo in solitudine, sia che trovi conforto nel parere di un comitato etico. Il turbamento viene dall'oggettivo contrasto di quella volontà nei confronti della sacralità della vita, che per il credente ha caratteri di mistero e di dono e non è mai disponibile". (...)