mercoledì 24 novembre 2021

Italia
Il Profeta che restò inascoltato. Il libro Paolo Francia racconta vita e pensiero del cardinale Biffi partendo da un'intervista

(Corriere di Bologna)
Giacomo Biffi era nato nel 1928 a Milano, dove è stato parroco di Sant' Andrea e per nove anniausiliare di Giovanni Colombo e Carlo Maria Martini prima di essere promosso a Bologna nel 1984, coningresso nella diocesi il 2 giugno di quell'anno. Dunque un milanese doc, che tuttavia, da subito, sisentì e si considerò bolognese. Nella fase del passaggio dal capoluogo lombardo alla nostra città mi concesse la sua prima intervista,complessa, articolata e ricca di quella schiettezza che ha sempre caratterizzato i suoi interventi. Erano trascorsi quasi 18 anni dalla concessione (novembre 1966) della cittadinanza onoraria alcardinale Giacomo Lercaro da parte del sindaco Guido Fanti, vicenda oggetto di vivaci discussioni eforti contrasti. Non esitai a chiedergli il parere. «Ma che domanda è? - il senso della sua immediatarispostaper il solo fatto di essere il vescovo non si diventa di per sé cittadino di Bologna?».Dunque, a buon intenditor poche parole. (...)