venerdì 26 novembre 2021

Italia
Da che pulpito predica l'arcivescovo no vax

(Filippo Di Giacomo, Venerdì di Repubblica)
Il pubblico dei talk show lo ha conosciuto soltanto di recente. Ma tra gestioni finanzierie disisvolte, amicizie imbarazzanti e dossier avvelenati ecco chi è davvero Carlo Maria Viganò. Purtroppo sì, come lamentato da michele Serra, l'hanno fatto pure vescovo, anzi arcivescovo. A parziale giustificazione di questo ennesimo errore di giudizio sui suoi uomini da parte di Santa Romana Chiesa, va detto che molto è stato dovuto all'astuzia e all'imbroglio. Carlo Maria Viganò, il presule che, lo scorso 9 novembre, si è fatto notare in un talk show televisivo con deliranti esternazioni negazioniste su pandemia e vaccini, ha ben sfruttato le tre condizioni che, durante il pontificato wojtyliano, erano necessarie per fabbricare vescovi à la carte: lavorare in Vaticano, avere uno sponsor di peso, disporre di un po' di soldi. (...)