martedì 23 novembre 2021

Austria
I vescovi austriaci chiedono al Papa di rinviare la visita ad limina

(a cura Redazione "Il sismografo")
Il Presidente della Conferenza episcopale dell’Austria, l'arcivescovo di Salisburgo mons. Franz Lackner, ha chiesto al Santo Padre il rinvio della Visita ad Limina apostolorum come segno di solidarietà e vicinanza con il popolo austriaco sottoposto a severe restrizioni per combattere una impennata di contagi  pandemici. Secondo l’agenzia Kathpress, mons. Lackner ha spiegato: "Poiché la situazione in Austria è molto tesa a causa del quarto lockdown, noi vescovi vogliamo stare con la gente in segno di solidarietà". Poco prima, il Nunzio apostolico in Austria, l'arcivescovo Pedro López Quintana, aveva informato ufficialmente la Santa Sede della richiesta della Conferenza episcopale. Una decisione del Vaticano è attesa a breve, tanto più che la visita dell’Episcopato è già prevista per la prossima settimana (29 novembre). L'arcivescovo di Salisburgo ha detto che tutti i membri della Conferenza episcopale si sono espressi a favore del rinvio in una videoconferenza tenutasi lunedì sera. La decisione è stata difficile "poiché da tempo ci preparavamo intensamente alla Visita ad limina e attendevamo con ansia lo scambio con Papa Francesco e i suoi più stretti collaboratori". Il Presidente della Conferenza episcopale si è detto preoccupato per la polarizzazione della società austriaca e per gli scontri che si sono visti recentemente nel corso di diverse proteste.