martedì 19 ottobre 2021

Vaticano
"Spero di potermi unire presto a loro", scrive J. Ratzinger in una lettera in cui ricorda docenti ex colleghi deceduti

(R. C. - a cura Redazione "Il sismografo")
Il vescovo emerito di Roma, Joseph Ratzinger, tramite una lettera che è stata diffusa oggi da un sito tedesco e che tre settimane fa fece recapitare in Austria per esprimere condoglianze in occasione del decesso di un caro amico, usa parole toccanti. Ecco la lettera, scritta il 2 ottobre scorso, dopo la morte del suo ex collega , professore Gerhard Winkler, monaco cistercense.
Il documento che porta l'intestazione Benedictus XVI - Papa emeritus è indirizzato a:
Vatikanstadt
2.10.2021
Hochwurdigsten Herrn
Abt DR. Reinhold Dessl, O.Cist. 
Caro padre abate.
La notizia della morte del prof. dr. Gerhard Winkler O.Cist., e che tu mi hai trasmesso, mi ha profondamente colpito. Tra tutti i miei colleghi e amici lui era il più vicino a me. La sua allegria e la sua profonda fede mi hanno sempre attratto. Ora ha raggiunto l'aldilà, dove certamente molti amici lo aspettano. Spero di potermi unire presto a loro. Intanto sono legato a lui e alla comunità monastica di Wilhering in preghiera. Un caro saluto e tanti auguri nel Signore.
(lettera firmata)