sabato 16 ottobre 2021

Libano
Strage di Beirut, gli sciiti accusano i miliziani delle Forze Libanesi. Padre Zgheib: c’è chi punta a far riesplodere gli scontri settari

(Agenzia Fides)
La crisi del Libano si tinge di sangue e torna a riaccendere nell’inconscio collettivo di tanti libanesi gli incubi mai rimossi degli anni di stragi e violenza della guerra civile. Dopo i sette manifestanti sciiti uccisi giovedì 14 ottobre a Beirut da cecchini appostati sui tetti nel quartiere “cristiano” di Tayouneh, il partito di Hezbollah e la stampa sciita attaccano frontalmente come autori del massacro miliziani delle Forze Libanesi – Partito guidato dal leader cristiano Samir Geagea, che dal canto suo smentisce le accuse di aver realizzato un “agguato” premeditato, leggendo la vicenda come un semplice caso di (...)