sabato 21 novembre 2020

Italia
L’arcivescovo del Cile, Aos Braco: “Io cardinale per restaurare una Chiesa ferita da abusi aberranti”

(Salvatore Cernuzio - Vatican Insider)
Il cappuccino e psicologo spagnolo riceverà la porpora il 28 novembre. Un riconoscimento per il lavoro svolto a Santiago, travolta dagli scandali: «Lavoriamo perché non si ripetano mai più i fatti delittuosi del passato». Quando ha messo piede per la prima volta a Santiago del Cile, Celestino Aos Braco, cappuccino spagnolo all’epoca vescovo di Copiapó, ha trovato un’arcidiocesi in subbuglio. Casi di abusi, emersi soprattutto dal passato, hanno ferito il volto della Chiesa e travolto le gerarchie ecclesiastiche, a cominciare dall’arcivescovo di Santiago, il cardinale Ricardo Ezzati Andrello, finito sotto inchiesta per occultamenti e per questo dimissionario. Aos è stato nominato dal Papa prima amministratore apostolico nel 2019, poi arcivescovo l’11 gennaio 2020. /...)