sabato 21 novembre 2020

Italia
Chi è l’uomo che scrisse lo “scoop”. Un falsario, Massimiliano Coccia, che ha inventato il caso Becciu

Papa Francesco - Massimiliano Coccia
(Vittorio Feltri - Libero) L’uomo protagonista di un’incredibile storia di sciacallaggio. Il caso Becciu inventato da un falsario, Massimiliano Coccia, autore dello scoop dell’Espresso, è stato condannato per «falsità in atti pubblici».
** Nuovi misteri sulla vicenda. Contro il cardinalepure i Cavalieri di Malta. Da delegato papale il prelato sardo non voleva la laicizzazionedell’ordine. E questo gli avrebbe creato altri potenti nemici. L’ordine di Malta sullo sfondo dell’affaire Becciu.

***
Il killer giornalistico, che L’Espresso e qualcuno in Vaticano hanno usato per freddare il cardinale Angelo Becciu, è ufficialmente un falsario, noto come tale alle forze dell’ordine. Massimiliano Coccia, 35 anni, brilla negli schedari della polizia quale condannato sulla base dell’articolo 476 del Codice penale. «Descrizione del reato: falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici. Nota: il Tribunale di Roma ha concesso la messa alla prova all’imputato in data 27.02.2019. Ha sottoscritto il verbale di messa alla prova. Lo stesso svolgerà lavori di pubblica utilità presso il PID di Roma». Pubblico ufficiale, un giornalista? Mistero. Sapeva di questa macchia gigantesca il direttore dell’Espresso, Marco Damilano, quando ha deciso di servirsi di Coccia per fare strame di una persona per bene? Perché non ha invitato Coccia a sentire l’accusato? Perché gli ha addirittura affidato una pagina sul sito del settimanale per scrivere – 7 ore e 48 minuti prima che il Papa invitasse Becciu alle dimissioni – che quest’ultimo era stato dimissionato da Francesco? Di certo non avevano il diritto diignorare le attività di falsario del Coccia i pm vaticani. Qualcuno tra i solerti collaboratori del Papa ha chiesto il loro avallo prima di depositare sulla scrivania del Santo Padre, quasi fosse orocolato, l’articolo firmato da Coccia? È presumibile. Chi ha rovesciato la cascata di accuse intitolate «Soldi dei poveri al fratello e offshore» non era una sorgente d’acqua pura, ma di (... continua a pagina 8 del Pdf)