martedì 14 gennaio 2020

Vatican Insider
(Salvatore Cernuzio) Va ad intricarsi la vicenda del volume a quattro mani del prefetto del Culto divino e di Benedetto XVI, che si dice estraneo all’«operazione editoriale e mediatica» e chiede di non comparire come co-autore. Il cardinale replica. Il regista Fernando Meirelles avrà ottimo materiale per un seguito de “I due Papi” con la vicenda del libro-gate sul celibato che reca la firma di Benedetto XVI e del cardinale Robert Sarah. Tra tweet piccati, comunicati, telefonate, dichiarazioni off the records, esplode la bagarre tra il Papa emerito e il porporato guineano, da sempre molto legati: Ratzinger si dichiara estraneo a tutta l’operazione editoriale che ha portato alla pubblicazione del libro “Dal profondo dei nostri cuori” (edizioni Fayard), in cui si ribadisce l’indispensabilità del celibato sacerdotale letta da molti come una critica alle “aperture” del Sinodo sull’Amazzonia. Mentre il cardinale africano dice di aver fatto tutto alla luce del sole. (...)