venerdì 9 novembre 2018

Corea del Nord
Una delegazione nordcoreana potrebbe consegnare al cardinale Yeom Soo-jung la lettera di invito a Pyongyang per Papa Francesco

(a cura redazione "Il sismografo")
Cattedrale di Changchung, Pyonyang
(Francesco Gagliano ©copyright) La stampa locale informa che una delegazione di sette politici nordcoreani si recherà la prossima settimana in Corea del Sud, su invito del governo locale della provincia di Gyeonggi, al confine con il 38° parallelo. La legazione sarà guidata da Ri Jong-hyok e dalla signora Kim Song-hye, rispettivamente vice presidente della North's Asia-Pacific Peace Committee e membro del United Front Department, personalità che in passato già hanno ricoperto importanti ruoli nelle negoziazioni tra le due Coree. Secondo alcune fonti, nel corso di questa imminente visita, Ri Jong-hyok dovrebbe consegnare al cardinale sudcoreano Andrew Yeom Soo-jung la lettera, firmata dal Presidente Kim Jong-un, che invita Papa Francesco a visitare Pyongyang.
Se la notizia venisse confermata questo gesto renderebbe ufficiale la richiesta non protocollare che era stata affidata a voce dal leader nordcoreano al suo pari, il presidente della Corea del Sud Moon Jae-in, alla vigilia della sua visita in Vaticano, del 17-18 ottobre scorso. Solo pochi giorni fa l'agenzia coreana Yonhap ha riportato le parole del cardinale Yeom Soo-Yooung, pronunciate a margine di un incontro con Lee Hae-chan, il capo del Partito Democratico sudcoreano, attualmente al governo. Il porporato, che è arcivescovo di Seoul nonché Amministratore apostolico della diocesi di Pyongyang,  ha detto di essere "particolarmente favorevole alla possibile visita di Papa Francesco in Corea del Nord; se il Papa deciderà di partire io lo accompagnerò".
***
La diocesi di Pyongyang comprende l'area metropolitana della città capitale (appunto, Pyongyang) e le province di Sud Pyongan, Nord Pyongan e Chagang (in parte) nella Corea del Nord. La diocesi ovviamente è Sede vescovile. A Pyongyang si trova la cattedrale, la Changchung Cathedral, posta nel quartiere di Changchung, nel distretto cittadino di Sŏn'gyo (foto). La Prefettura apostolica di Hpyeng-yang fu eretta il 17 marzo 1927 con il breve Quae fidelium di papa Pio XI, ricavandone il territorio dal vicariato apostolico di Seul. Il 17 marzo 1929 assunse il nome di prefettura apostolica di Peng-yang per volere di Pio XI. L'11 luglio 1939 con la bolla Si catholica di Pio XII la Prefettura apostolica fu elevata a Vicariato apostolico con il nome di Vicariato apostolico di Heijo. Il 12 luglio 1950 mutò nuovamente denominazione a favore di Vicariato apostolico di Pyong-Yang. Il 10 marzo 1962 con la bolla Fertile Evangelii di Giovanni XXIII il Vicariato apostolico è stato elevato a diocesi e ha assunto il nome attuale. Fino al 1º luglio 2013 l'Annuario pontificio la indicava come retta dal vescovo Francis Hong Yong-ho, che avrebbe superato il centesimo anno d'età (era nato il 12 ottobre 1906); in realtà non si avevano notizie di lui da molti anni, essendo scomparso poco dopo la divisione della Corea in due stati. Come già detto l'attuale arcivescovo di Seul è l'Amministratore apostolico della diocesi, ma nel territorio, come in tutta la Corea del Nord, non sono permesse attività religiose. (Fonti varie)