mercoledì 2 agosto 2017

SIR
Messaggio vocale del vescovo venezuelano pervenuto al Sir - "È molto triste che non si offrano al nostro popolo strade di speranza ma di sottomissione ad un destino che non offre né pace, né democrazia, né pane né lavoro dignitoso"."Si rispettino le istituzioni legittimamente costituite secondo la nostra legge costituzionale e si rilascino i prigionieri politici": così mons. Castor Oswaldo Azuaje, vescovo di Trujillo, in un messaggio vocale inviato al Sir, commenta l'acutizzarsi della crisi in Venezuela, in seguito alla votazione, il 30 luglio di una Costituente che i vescovi venezuelani hanno sempre definito "non necessaria e fraudolenta". (...)