domenica 16 luglio 2017

Vatican Insider
(Salvatore Cernuzio) Il Papa all'Angelus commenta la parabola del seminatore: «Gli idoli della ricchezza mondana, il vivere avidamente per sé stessi, per l’avere e il potere, soffocano il crescere della Parola». Una preghiera per la popolazione del Venezuela. Piccoli o grandi, ognuno ha dentro di sé dei «rovi». Sono tutti quei «vizi» come l’idolatria delle ricchezze e l’avidità del potere, quegli «arbusti più o meno radicati che non piacciono a Dio e impediscono di avere il cuore pulito». «Occorre strapparli via, altrimenti la Parola non porta frutto», raccomanda Francesco nell’Angelus di oggi in piazza San Pietro. (...)