domenica 9 luglio 2017

Vaticano
(a cura Redazione "Il sismografo")
Domenica 2 luglio 2017
*** L'Angelus di Papa Francesco
- "Il missionario non porta sé stesso, ma Gesù, e mediante Lui l’amore del Padre celeste"
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
L’odierna liturgia ci presenta le ultime battute del discorso missionario del capitolo 10 del Vangelo di Matteo (cfr 10,37-42), con il quale Gesù istruisce i dodici apostoli nel momento in cui per la prima volta li invia in missione nei villaggi della Galilea e della Giudea. In questa parte finale Gesù sottolinea due aspetti essenziali per la vita del discepolo missionario: il primo, che il suo legame con Gesù è più forte di qualunque altro legame; il secondo, che il missionario non porta sé stesso, ma Gesù, e mediante Lui l’amore del Padre celeste.
(Testo)

*** I saluti del Santo Padre dopo l'Angelus
- Francesco prega per il Venezuela e chiede una soluzione pacifica e democratica alla crisi
Cari fratelli e sorelle,
il 5 luglio ricorrerà la festa dell’indipendenza del Venezuela. Assicuro la mia preghiera per questa cara Nazione ed esprimo la mia vicinanza alle famiglie che hanno perso i loro figli nelle manifestazioni di piazza. Faccio appello affinché si ponga fine alla violenza e si trovi una soluzione pacifica e democratica alla crisi. Nostra Signora di Coromoto interceda per il Venezuela!
Lunedì 3 luglio 2017
*** Messaggio del Santo Padre Francesco per la Sessione inaugurale della 40.ma Conferenza Generale della FAO
Signor Presidente,
sono lieto di porgere il mio deferente e cordiale saluto a Lei, come pure a ciascuno di Voi, Rappresentanti degli Stati membri della FAO, riuniti per la 40ª Conferenza dell’Organizzazione.
Estendo il mio saluto al Direttore Generale della FAO e ai Responsabili degli altri Organismi internazionali presenti a questa riunione, chiamata a dare risposte precise al settore agricolo e alimentare, dalle quali dipendono le attese di milioni di persone.
1 . Non potendo questa volta essere fra voi, secondo la consolidata tradizione che risale all’insediamento della FAO a Roma, ho chiesto al Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato, di portarvi la mia parola di stimolo e di sostegno, e di esprimervi tutta la mia stima e la mia considerazione per l’arduo compito che dovete compiere.
[Text: Italiano, English, Español]
*** Intervento del Cardinale Segretario di Stato alla Sessione inaugurale della 40.ma Conferenza Generale della FAO. Il Papa visiterà la FAO nel mese di ottobre
L'annuncio del cardinale Parolin: Papa Francesco visiterà la sede della FAO nel mese di ottobre
Signor Presidente,
Signor Direttore Generale della FAO,
Signor Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana Signore e Signori Ambasciatori e Rappresentanti Permanenti, Signore e Signori!
Ringrazio per l’accoglienza ricevuta e le parole di benvenuto che mi sono state rivolte. Adempio il gradito compito di dare lettura del Messaggio che Sua Santità Papa Francesco rivolge alla Conferenza:
Martedì 4 luglio 2017
*** Papa Francesco all'ANSA: 'L'Europa aiuti i migranti''
Sono vicino con l'affetto e l'incoraggiamento a quanti, istituzioni, realtà associative e singoli si aprono saggiamente al complesso fenomeno migratorio con adeguati interventi di sostegno, testimoniando quei valori umani e cristiani che stanno alla base della civiltà europea'. Lo afferma papa Francesco in un messaggio inviato all'ANSA nei giorni scorsi sul portale Infomigrants.net, il flusso di notizie per i migranti realizzato dall'agenzia con i partner europei France Media Monde e Deutsche Welle.
Desidero esprimere il mio sincero apprezzamento - dice il Papa - per l'importante iniziativa e auspico che da una parte favorisca l'integrazione di queste persone con un doveroso rispetto delle leggi dei Paesi che accolgono, dall'altra susciti nella società un rinnovato impegno per una autentica cultura dell'accoglienza e della solidarietà. 'La presenza di tanti fratelli e sorelle che vivono la tragedia dell'immigrazione è un'opportunità di crescita umana, di incontro e di dialogo tra le culture, in ista della promozione della pace e della fraternità tra i popoli'.
'Assicuro la mia preghiera, invocando la protezione di Dio, padre di tutti - afferma ancora il Papa - affinché si faccia compagno di strada di quanti sono costretti a lasciare la propria terra a causa di conflitti armati, di attacchi terroristici, di carestie, di regimi oppressivi.  Possano questi migranti - conclude il Pontefice - incontrare dei fratelli e delle sorelle sotto ogni cielo, che condividano con essi il pane e la speranza nel comune cammino'.
Mercoledì 5 luglio 2017
Videomessaggio del Santo Padre Francesco in occasione del Congresso di Scholas Occurrentes presso l’Università Ebraica di Gerusalemme (2-5 luglio 2017) 
Pubblichiamo di seguito il testo del videomessaggio del Santo Padre Francesco alla Cerimonia conclusiva del Congresso di Scholas Occurentes che ha avuto luogo nella sede dell’Università Ebraica di Gerusalemme sul tema: “Entre la Universidad y la Escuela, construyendo la paz a través de la cultura del encuentro” (2-5 luglio 2017):
Videomessaggio del Santo Padre
En este momento jóvenes y adultos de Israel, de Palestina y de otras partes del mundo, de diferentes nacionalidades, credos y realidades, todos respiramos el mismo aire, todos pisamos la misma tierra, nuestra casa común. Las historias son muchas, cada uno tiene la suya. Hay tantas historias como personas, pero la vida es una. Por eso quiero celebrar estos días vividos allí en Jerusalén, porque ustedes mismos, desde sus diferencias, lograron unidad. No se los enseñó nadie. Lo vivieron.
(Testo)

*** Telegramma di cordoglio del Santo Padre per la morte dell’Em.mo Card. Joachim Meisner
Pubblichiamo di seguito il telegramma di cordoglio per la morte, avvenuta questa mattina, dell’Em.mo Card. Joachim Meisner, del Titolo di Santa Pudenziana, Arcivescovo emerito di Köln (Germania), inviato dal Santo Padre Francesco all’Em.mo. Card. Rainer Woelki, Arcivescovo di Köln:
Telegramma del Santo Padre
 A SUA EMINENZA
IL CARD. RAINER WOELKI
ARCIVESCOVO DI KÖLN
KÖLN
Con profonda commozione ho appreso la notizia che improvvisamente e inaspettatamente il Cardinale Joachim Meisner è stato chiamato da questa terra dal Dio della misericordia. Sono vicino a Lei e a tutti i fedeli dell’Arcidiocesi di Colonia nella preghiera per il compianto Pastore. Con fede profonda e amore sincero per la Chiesa, il Cardinale Meisner si è dedicato all’annuncio della Buona Novella. Cristo Signore lo ricompensi per il suo impegno fedele e intrepido a favore del bene degli uomini dell’est e dell’ovest, e lo renda partecipe della comunione dei Santi in cielo. Di cuore imparto a tutti coloro che commemorano il defunto Pastore con preghiere e sacrifici, la Benedizione Apostolica.
Giovedì 6 luglio 2017 (nessun attività)
Venerdì 7 luglio 2017
*** Omelia del Santo Padre nel corso della Santa Messa celebrata per gli operai del centro industriale del Vaticano
Pubblichiamo di seguito il testo dell’omelia che il Santo Padre Francesco ha pronunciato questa mattina nel corso della Santa Messa celebrata per gli operai del centro industriale del Vaticano:
Omelia del Santo Padre
Prima di tutto vorrei ringraziare per l'invito a celebrare questa messa con voi lavoranti. Gesù viene, lui sa cosa è il lavoro, ci capisce bene. Ci capisce molto bene. Anche vorrei dire una preghiera per il nostro caro Sandro [Mariotti]. Ieri il papà se ne andato. Il papà lavorava qui, in Vaticano. Se ne è andato via come i giusti... era con gli amici in spiaggia e...
Preghiamo per il papà di Sandro e per Sandro.
Adesso vorrei dirvi qualche cosa sul Vangelo. Gesù vide un uomo chiamato Matteo, seduto al banco delle imposte. Era un pubblicano. Questa gente era giudicata il peggio, perché erano..., facevano pagare le tasse e i soldi li mandavano ai romani. E una parte se li mettevano in tasca loro. Li davano ai romani: vendevano la libertà della patria, per questo erano odiati. Erano traditori della patria. Gesù lo chiamò. Lo vide e lo chiamò. Seguimi. Gesù ha scelto un apostolo, … tra quella gente, il peggio. Poi questo Matteo, invitato a pranzo, era gioioso.
(Testo)
 *** Messaggio del Santo Padre Francesco in occasione del Vertice del G20 ad Amburgo (Germania) 
Pubblichiamo di seguito il testo del Messaggio del Santo Padre Francesco alla Sig.ra Angela Merkel, Cancelliere della Repubblica Federale di Germania, in occasione dell’apertura dei lavori del Vertice del G20 ad Amburgo, Germania, sul tema "Dare forma a un mondo interconnesso" (7-8 luglio 2017):
Messaggio del Santo Padre
(Traduzione in lingua italiana)
A Sua Eccellenza
Dottoressa Angela Merkel
Cancelliere della Repubblica Federale di Germania
In seguito al nostro recente incontro in Vaticano e rispondendo alla Sua opportuna richiesta, desidero trasmetterLe alcune considerazioni che stanno a cuore a me e a tutti i Pastori della Chiesa Cattolica, in vista del prossimo incontro del G20, nel quale sono presenti i Capi di Stato e di Governo del Gruppo delle maggiori economie mondiali e le massime autorità dell’Unione Europea. Seguo così anche una tradizione iniziata da Papa Benedetto XVI, nell’aprile 2009, in occasione del G20 di Londra. Il mio Predecessore scrisse all’Eccellenza Vostra anche nel 2006 nella circostanza della Presidenza tedesca dell’Unione Europea e del G8.
Vorrei innanzitutto manifestare a Lei e ai leader che si incontreranno ad Amburgo il mio apprezzamento per gli sforzi compiuti per assicurare la governabilità e la stabilità dell’economia mondiale, con particolare attenzione ai mercati finanziari, al commercio, ai problemi fiscali e, più in generale, ad una crescita economica mondiale che sia inclusiva e sostenibile (cfr. Comunicato del G20 di Hangzhou, 5 settembre 2016). Tali sforzi, come ben prevede il programma di lavoro del Vertice, sono inseparabili dall’attenzione rivolta ai conflitti in atto e al problema mondiale delle migrazioni.
Nel Documento programmatico del mio Pontificato rivolto ai fedeli cattolici, l’Esortazione Apostolica Evangelii Gaudium, ho proposto quattro principi di azione per la costruzione di società fraterne, giuste e pacifiche: il tempo è superiore allo spazio; l’unità prevale sul conflitto; la realtà è più importante dell’idea; e il tutto è superiore alle parti. E’ evidente che queste linee di azione appartengano alla sapienza multisecolare di tutta l’umanità e perciò ritengo che possano anche servire come contributo alla riflessione per l’incontro di Amburgo e anche per valutare i suoi risultati.
Il tempo è superiore allo spazio. La gravità, la complessità e l’interconnessione delle problematiche mondiali sono tali che non esistono soluzioni immediate e del tutto soddisfacenti. Purtroppo, il dramma delle migrazioni, inseparabile dalla povertà ed esacerbato dalle guerre, ne è una prova. E’ possibile invece mettere in moto processi che siano capaci di offrire soluzioni progressive e non traumatiche e di condurre, in tempi relativamente brevi, ad una libera circolazione e alla stabilità delle persone che siano vantaggiosi per tutti.
[Text: Italiano, English]
Sabato 8 luglio 2017
*** Lettera della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti ai Vescovi sul pane e il vino per l’Eucaristia
[Text: Italiano, English, Français, Español, Português]
*** Francesco: “Il mio grido al G20. No ad alleanze contro i migranti”. Colloquio con papa Francesco - “la Repubblica” - (Eugenio Scalfari)
Giovedì scorso, cioè l’altro ieri, ho ricevuto una telefonata da Papa Francesco. Era circa mezzogiorno e io ero al giornale, quando è squillato il mio telefono e una voce mi ha salutato: era di sua Santità. L’ho riconosciuta subito e ho risposto:
Papa Francesco, mi fa felice sentirla.
«Volevo notizie sulla sua salute. Sta bene? Si sente bene? Mi hanno detto che qualche settimana fa lei non ha scritto il suo articolo domenicale, ma poi vedo che ha ripreso».
Santità, ho tredici anni più di lei.
«Sì, questo lo so. Deve bere due litri d’acqua al giorno e mangiare cibo salato».
Sì lo faccio. Sono seguiti altri suoi consigli ma io l’ho interrotto dicendo: è un po’ che non ci parliamo, vorrei venire a salutarla, vado in vacanza tra pochi giorni ed è parecchio che non ci vediamo.
(Testo completo)
*** Papa Francesco prega per Torre Annunziata: «La misericordia di Dio per le vittime della tragedia, vicino a chi soffre»Papa Francesco ha espresso "profondo cordoglio ai familiari" delle vittime del crollo a Torre Annunziata assicurando al tempo stesso "fervide preghiere di suffragio per quanti sono tragicamente scomparsi". Con una comunicazione del card. Pietro Parolin, Segretario di stato - in un messaggio all'arcivescovo di Napoli, cardinale C. Sepe il Papa ricorda con tristezza che la tragedia ha coinvolto anche due bambini. Infine, Francesco invoca ''dal Dio della misericordia il conforto per i feriti e per coloro che soffrono per la perdita delle persone care'' e invia ''la confortatrice benedizione apostolica quale segno della sua vicinanza''.
Tweet della settimana
- "Che bello che i giovani siano “viandanti della fede”, felici di portare Gesù in ogni strada, in ogni angolo della terra!" (domenica 2 luglio 2017)
 - "I migranti sono nostri fratelli e sorelle che cercano una vita migliore lontano dalla povertà, dalla fame e dalla guerra." (sabato 8 luglio 2017)