giovedì 6 luglio 2017

Vaticano
Il messaggio del papa è forte ma la Chiesa è troppo fragile
Corriere della Sera
(Andrea Riccardi) Francesco ha teorizzato l’avvio di processi. Si aspetta che facciano emergere nuovi leader, capaci di parlare nel suo complesso al mondo -- A chi diceva che la riforma della Curia necessitasse di nuovi capi dicastero, papa Bergoglio ha risposto di non essere un «tagliatore di teste». Ha fatto pochi cambi, tenendosi pure personalità scomode. Non si comportò così il cauto Paolo VI, (...)