domenica 9 luglio 2017

Vaticano
I saluti del Santo Padre dopo l'Angelus

(a cura Redazione "Il Sismografo")

Cari fratelli e sorelle,
saluto cordialmente tutti voi, romani e pellegrini dell’Italia e di vari Paesi. Siete coraggiosi voi, con questo sole, con questo caldo, in piazza. Bravi!
In particolare, saluto i fedeli polacchi venuti in bicicletta da Chełm, arcidiocesi di Lublino (Polonia), con un ricordo anche per il grande pellegrinaggio che oggi la Famiglia polacca di Radio Maria compie al Santuario di Częstochowa. Accompagniamo questo pellegrinaggio del popolo polacco tutti insieme con un’Ave Maria.
[Ave Maria…]
Accolgo con gioia le Suore Ancelle della Beata Vergine Immacolata e benedico i lavori del loro Capitolo Generale, che inizia oggi; come pure i sacerdoti di diversi Paesi partecipanti al corso per formatori di seminario organizzato dall’Istituto Sacerdos di Roma.
Un saluto speciale ai ragazzi del Coro “Puzangalan” – che significa “speranza” – di Taiwan. Grazie per il vostro canto! E anche al Coro Alpino di Palazzolo sull’Oglio; e ai fedeli di Conversano.
Auguro a tutti voi una buona domenica. Per favore, non dimenticatevi di pregare per me. Buon pranzo e arrivederci!