domenica 2 luglio 2017

L'Osservatore Romano
Si sono distinti nella lotta contro la tratta di esseri umani: per questo, ieri, in una cerimonia a Washington, otto persone di diverse parti del mondo hanno ricevuto il riconoscimento di “eroe” dal segretario di stato Rex Tillerson, accompagnato da Ivanka Trump. Sono stati premiati Alika Kinan proveniente dall’Argentina, Leonardo Sakamoto dal Brasile, Vanaja Jasphine dal Cameron, Viktoria Sebhelyi dall’Ungheria, Mahesh Muralidhar Bhagwat dall’India, Amina Oufroukhi dal Marocco, Allison Lee da Taiwan, e Boom Mosby dalla Thailandia. In particolare, si è distinta Amina Oufroukhi, magistrato della direzione affari criminali del ministero della giustizia del Marocco per la promozione della nuova legge di contrasto alla tratta degli esseri umani che Rabat ha adottato di recente.
L'Osservatore Romano, 1° - 2 luglio 2017.