venerdì 14 luglio 2017

Corriere della Sera
(Luigi Ippolito) Il giudice chiama a Londra il dottore che risponde: «Se necessario, sarei lieto di farlo». Si allungano i tempi della sentenza. Il magistrato ha spiegato di nuovo all’inizio della seduta che «il benessere di Charlie è la prima preoccupazione». Il pugno di Chris Gard colpisce il banco di legno di fronte a lui: «E questo sarebbe un giudice indipendente!», sibila alterato. Quindi il padre del piccolo Charlie si alza, seguito dalla moglie Connie, e i due abbandonano l’aula del tribunale. È stato il momento più drammatico dell’udienza di ieri di fronte all’alta corte di Londra (...)