lunedì 3 luglio 2017

Vatican Insider
(Paolo Affatato) È fin troppo facile guardare la Chiesa cattolica in Pakistan con una lente offuscata dagli stereotipi. Fin troppo facile trovare esponenti del clero o laici pakistani (soprattutto quelli comodamente trasferitisi in Europa) presi dal vittimismo o da lamentele per le persecuzioni subite. La famigerata legge di blasfemia, la storia di Asia Bibi, le discriminazioni esistenti, attentati terroristici che hanno o episodi di violenza di massa sui quartieri cristiani offrono materia succulenta per dipingere un quadro a tinte fosche: (...)